sangioveseDomenica 5 maggio il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza ospita l’8ª edizione di VINI AD ARTE: anteprima del ROMAGNA SANGIOVESE.

L’iniziativa, promossa dal Consorzio Vini di Romagna e dal Convito di Romagna, è una vetrina prestigiosa per conoscere da vicino e degustare la produzione enologica del nostro territorio. Ed è quanto mai esauriente. Basti pensare, infatti, alla realtà, sia quantitativa che qualitativa, rappresentata dai due enti organizzatori: del Consorzio fanno parte 9 cantine cooperative, 84 produttori vinificatori, 11 imbottigliatori, 4890 aziende viticole, mentre il Convito riunisce 9 produttori di eccellenza quali sono le aziende: Tre Monti, Stefano Ferrucci, Podere La Berta, Fattoria Zerbina, Calonga, Poderi Morini, Drei Donà – Tenuta La Palazza, Santa Lucia Vinery e San Valentino. Il tutto per un palmares di riconoscimenti d’assoluto rilievo: 34 Tre bicchieri, 45 Cinque grappoli, una decina di eccellenze de l’Espresso, le Super Tre Stelle di Veronelli e diverse referenze recensite su The Wine Advocate e Wine Spectator.

Ma se il Sangiovese pone la firma da prim’attore  di VINI AD ARTE, va detto che non ne è l’unico protagonista. Al suo fianco, infatti, ha una parte di eguale valore anche l’Albana, con la degustazione dei vini ammessi alla finale di ALBANA DEI, nuovo concorso dedicato a questo vitigno, nella versione secca.

ALBANA DEI si svolge a Brisighella nei giorni immediatamente precedenti VINI AD ARTE, con l’aggiudicazione di due premi da parte di una giuria di esperti: Migliore albana della tradizione (lunghe macerazioni, metodi ancestrali o rifermentate in bottiglia) premio Valter Dal Pane; Migliore albana per equilibrio e bevibilità (mercato internazionale).

Un terzo premio, “L’ albana che mi ha colpito al cuore”,  viene assegnato dalla giuria popolare che partecipa a VINI AD ARTE al Mic oppure al Banco d’assaggio aperto (nello stesso giorno e negli stessi orari) presso la sede dell’Enoteca Regionale Emilia Romagna a Dozza. Domenica 5 maggio, a fine giornata, a Brisighella, si svolge la cerimonia di premiazione dei vincitori per le 3 categorie (per info: Andrea Spada 339 7038538 oppure Carlo Catani 335 1883364).

VINI AD ARTE è aperto al pubblico, come detto, domenica 5 maggio dalle ore 15 alle 19.30, mentre lunedì 6 maggio è riservato alla stampa e agli operatori.

Al Mic, gli appassionati ricevono un calice su cauzione e possono effettuare diverse degustazioni di prodotti a scelta, nonché partecipare come spettatori al MASTER DEL SANGIOVESE, competizione che premia il sommelier più preparato su questo vino. Inoltre, non va dimenticata la cornice in cui si svolge questo evento, la bellezza delle ceramiche esposte nel Museo, il connubio ancestrale tra arte e vino, il legame profondo tra le argille e i vigneti della Romagna.

Info: Consorzio Vini di Romagna 0546 28455, Convito di Romagna 0542 657116

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here