hugo-race-pic5-e1346161281490Un pezzo unico nato in un ciclo di concerti voluti dalla leggendaria Pure Pop Records di Melbourne.

L’idea é quella di un tributo. Non soltanto alle canzoni, ma all’ereditá sonora a tutto tondo di grandi album della storia del rock.

Una rilettura che tiene a distanza il revivalismo da cartolina della tribute-band, e diventa un incontro fra un interprete di grande personalità e un disco di grande personalità. Esattamente a metà strada.

Il contatto fra Hugo Race e la musica dei Doors crea un cortocircuito fra i sogni e le allucinazioni californiane di fine ’60 e quelle metropolitane degli anni ’80 e ’90, fra Los Angeles e Berlino, fra l’era delle utopie e l’era del disincanto.

Con un pensiero a Ray Manzarek, storico tastierista dei Doors recentemente scomparso, la rilettura che Hugo fa di L.A. Woman insieme ai suoi Fatalists é tutto fuorché didascalica.

E proprio per questo é viva, vitale, inperdibile.

26 luglio, Strade Blu, Forlì, Piazzetta della Misura, ore 21.30, ingresso gratuito, info www.stradeblu.org, 320 0374633

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.