Sappiamo poco di Plauto: nato a Sarsina all’incirca nel 250 a.C., muore forse a Roma 66 anni dopo. Attore di successo, investe male i suoi soldi e finisce, per vivere, a girare la macina di un mulino. È tra un giro e l’altro che comincia a comporre commedie, diventando, assieme a Terenzio, il vertice del genere comico a Roma. Da buon esponente del teatro latino, si ispira alle commedie che andavano per la maggiore nel mondo greco. A differenza di queste però, nella sua scrittura ciò che più conta è il gioco che si realizza nell’hic et nunc della scena, restando secondario l’approfondimento psicologico dei personaggi. Quando muore, entrano in circolazione una serie di testi a suo nome, molti dei quali poi risultati falsi. Tra le commedie considerate autentiche, ventuno sono giunte fino a noi (tra le quali le celeberrime Miles gloriosus, Aulularia e Casina). Ogni estate, per ricordare questo grande autore, a Sarsina viene allestito un ciclo di rappresentazioni teatrali: il Plautus Festival, l’unica rassegna estiva di teatro classico e di tradizione della Romagna. Gli spettacoli si svolgono nella nuova Arena Plautina, un teatro all’aperto costruito su un pendio naturale con struttura semicircolare a gradoni, in prossimità del colle di Calbano. Della 53ª edizione del Plautus Festival segnaliamo i classicissimi Anfitrione con Debora Caprioglio il 2 Agosto, Aulularia con Camillo Grassi e Massimo Boncompagni Domenica 4 Agosto, L’Avaro di Moliere Mercoledì 7 Agosto con Lello Arena, il recital Il Re sono io con Gianfranco D’Angelo Sabato 10 Agosto e La dodicesima notte di Shakespeare con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini Martedì 13 Agosto. Il Festival si chiude il 16 agosto, con uno spettacolo a cura degli attori del Laboratorio Teatrale del Plautus Festival: Menecmidi Tito Maccio Plauto per la regìa di Cristiano Roccamo (anche direttore artistico della manifestazione). Menecmi, un susseguirsi di situazioni «comiche per necessità», è una delle commedie plautine di maggior successo nella storia del teatro occidentale, a lungo imitata: basti ricordare La Calandria del Bibbiena, I due gemelli veneziani di Goldoni e La commedia degli equivoci di Shakespeare. Molti nomi, una garanzia.

Dal 13 luglio al 16 agosto, Plautus Festival, Arena Plautina, Sarsina. Info: plautusfestival.it

plautusfest

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here