Arturo Martini, Maternità Fusconi, 1932

Sono tanti i modi per visitare  e approfondire la figura di Arturo Martini a cui sono dedicate le mostre al Mic di Faenza e a Bologna a Palazzo Fava.

Arturo Martini, Maternità Fusconi, 1932
Arturo Martini, Maternità Fusconi, 1932

A Faenza in “Arturo Martini. Armonie figure tra mito e realtà” è possibile ammirare una selezione di 50 opere scelte tra capolavori, inediti e opere poco esposte. In mostra sarà così possibile ammirare i pezzi più significativi del suo percorso artistico, pezzi rari, straordinari e poco visti, come le ceramiche Gregorj degli inizi, Gli amanti a cavallo, l’Odalisca, la Maternità e l’inedito Fiaba. Si tratta di opere realizzate con diverse tecniche, maiolica, legno, bronzo, gesso, terracotta che attraversano le tappe più significative della sua poetica.

Mentre a Bologna in “Arturo Martini. Creature il sogno della terracotta” a partire dalla recente acquisizione della “Madre folle” da parte della Fondazione Carisbo, si è voluto ricostruire, con 16 splendide grandi terrecotte, il così detto “periodo del canto” che, tra il 1928 e il 1932, vide lo scultore toccato da un momento di sublime e alta creatività poetica.

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza propone, per capire meglio l’importanza della figura di questo scultore cardine dell’arte italiana del Novecento, ogni venerdì, alle 18, una visita guidata aperitivo con i vini offerti dalle cantine del territorio e ogni sabato e domenica una visita guidata a partire dalle 16.

Per chi invece volesse vedere entrambe le mostre ogni sabato e domenica sarà possibile farlo in un tour di una giornata, con servizio navetta, che ha inizio alle 10 al MIC di Faenza e ritorno alle 17. Il pacchetto prevede l’ingresso e le visite guidate ad entrambe le mostre con pausa pranzo libera.

Inoltre a Bologna ogni martedì alle 18, presso l’Oratorio di San Colombano (via Parigi 5, a 30 metri dalla sede della mostra) si alterneranno dieci importanti nomi della storia dell’arte e della letteratura per raccontare al pubblico aspetti anche inediti del grande scultore. Martedì 5 novembre Nino Castagnoli parlerà de “La visione della scultura negli scritti di Arturo Martini”.

Per informazioni e prenotazioni del tour o delle visite guidate aperitivo del venerdì : 0546 697311, info@micfaenza.org

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here