640-9833-schneider-tmDirk Dresselhaus è stato, a cavallo degli anni ’90 e 2000, uno dei protagonisti del versante più pop dell’ondata elettronica tedesca con un una mini-hit come “reality Check” e due album di successo come “Moist” (1998) e Zoomer (2002) entrambi su City Slang/Mute.

 

Poi, Dirk si è introdotto in territori più sperimentali e ha lavorato per il cinema, il teatro, il radioplay, oltre a cimentarsi in performance improvvisate in solo o con artisti come Jochen Arbit (Einsturzende Neubauten) e Damo Suzuki (Can), sia soprattutto con il progetto freeform Angel, di cui è cotitolare insieme all’ex-Pan Sonic Ilpo Vaisanen, con i quali ha realizzato alcuni ottimi album per la Mego.

 

“Construction Sounds” può essere considerato il punto di arrivo di questi anni dedicati all’ambito dell’avanguardia e ma anche dei suoi anni vissuti in una incredibile città-cantiere come Berlino, e in particolare la sua Prenzlauer Berg, che ha visto trasformarsi sotto i suoi occhi (e le sue orecchie).

 

A settembre 2013 è uscito Guitar Sounds, il secondo capitolo della serie “Sounds”. In questo album esplora tutte le potenzialità della chitarra elettrica, dotata da una serie di effetti, abbandonando le catene dalle precisione tecnica, che limiterebbe la  spontaneità della ricerca. Dresselhaus è interessato invece all’atmosfera, l’intensità e la magia del momento iniziale in cui vengono prese le decisioni, senza sapere quale direzione prenderanno: il disco si interroga sul dove potrebbe andare finire a una “musica senza reti di sicurezza”. Tutti i brani vengono improvvisati (“composizione istantanea”), nessuno scrittura premeditata. Al culmine poi di questo vagare sonoro indeterminato, Dresselhaus tira indietro le redini, riprende in mano la situazione con rapidità e destrezza in un processo che definisce “surf sound dualism”.

 

Suona in Italia solo in tre date.  Il 7 dicembre è a Faenza coreografato dalla danzatrice Tomoko Nakasato.

 

 

 

7 dicembre, Faenza, Dirk Dresselhaus+Tomoko Nakasato, Clandestino, viale Baccarini 21, info: 329 0514345, aungustoclandestino.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here