Mariangela Gualtieri - foto Melina Mulas

Ricevo questa comunicazione e la diffondo con molto dispiacere. La mia gratitudine nei confronti di Mariangela Gualtieri è così smisurata che non è possibile nemmeno iniziare a raccontarla: da sempre lei dice esattamente ciò che va detto, «quello che è sentito nel profondo me», appunto.

 

Mariangela Gualtieri - foto Melina Mulas
Mariangela Gualtieri – foto Melina Mulas

Il Teatro Valdoca comunica con rammarico la sospensione del debutto di Come cani come angeli e la cancellazione della tournée. Una malattia non grave ma di lunga soluzione vede Mariangela Gualtieri inattiva dai primi giorni di gennaio e, contro le aspettative, per un tempo futuro difficile da determinare. Certi della comprensione del pubblico e degli addetti ai lavori, non possiamo che esprimere il dispiacere enorme per l’impedimento che tronca a metà un tempo di lavoro fecondo e particolarmente felice. Ci scusiamo per i disagi che questo cambio inatteso potrà causare e speriamo vi sia un margine di tempo sufficiente per contenerli e risolverli. Ringraziamo fin d’ora chi ci sarà vicino in questo difficile passaggio e con serenità e pazienza ci disponiamo a superarlo.

Come cani come angeli - © composizione grafica Giacomo Garaffoni
Come cani come angeli – © composizione grafica Giacomo Garaffoni

 

Cari amici, Come cani come angeli non si farà. Lo scrivo con un dispiacere enorme. Sentivamo una grande aspettativa intorno a questo spettacolo, e il tempo di prove, molto fecondo e particolarmente felice, prometteva un esito entusiasmante. Mi sono ammalata: niente di troppo grave ma uno di quei malanni che tengono inattivi e che possono durare un bel po’. Abbiamo sperato fino all’ultimo, poi in questi giorni ho dovuto ammettere la mia impossibilità a stare in scena, anche rinunciando in qualche modo alla ricca partitura fisica messa a punto insieme a Cesare e che mi divertiva parecchio eseguire. Sono sbigottita, ancora un po’ incredula di tanto impedimento, sono a dir poco triste per il lavoro di tutta la nostra piccola squadra bloccato a metà. Ma ascolto questo tempo difficile e per mia natura, non posso che pensarlo anche carico di una sua per ora oscura ricchezza. Grazie a chi, in un tempo che era già di per sé tanto grave, vorrà sostenerci, anche solo nella comprensione o in sentita vicinanza. A tutti il mio saluto affettuoso.

Mariangela Gualtieri

 

MICHELE PASCARELLA

  

Info: teatrovaldoca.org

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here