giuliano guattaCollage e disegno: due tecniche, due linguaggi che in questo momento stanno vivendo una felice stagione nel panorama delle arti visive contemporanee. Due artisti Giuliano Guatta (espone con le gallerie D406 Modena e Antonio Colombo Milano) e i suoi disegni e Giovanni Lanzoni (vincitore del Kombat Prize Livorno 2011 e R.A.M. 2013) con i suoi collage sono in mostra da domenica 2 febbraio (inaugurazione ore 17) al Museo Civico Varoli di Cotignola (Ra).

Giovanni Lanzoni

Invera il titolo della mostra a cura di Massimiliano Fabbri che recupera due autori da E Bianca. Una parola diversa per dire latte, collettiva esposta tra la fine del 2012 el’inizio del 2013 nei musei della Bassa Romagna, sempre sotto la sua supervisione.

A questi ritorni si aggiunge Antonella Piroli che invece espone per la prima volta a Cotignola una serie di disegni ad acquerello che stanno quasi a metà strada tra i due autori precedentemente citati, per via anche di una forte tensione e dinamica narrativa che attraversa e sostiene tutte le opere in mostra, oltre ad una forte contaminazione con l’azione teatrale che appartiene sia a Giuliano Guatta (Ginnica del Segno) che ad Antonella Piroli stessa(fondatrice della compagnia ravennate Tanti Cosi Progetti).

Per continuare la narrazione; – scrive Massimiliano Fabbri – e questa capacità di trattenere e suggerire storie, è uno degli snodi che accomuna Antonella, Giovanni e Giuliano. L’altra caratteristica che si avvicina, oltre alla facile connessione del disegno, è la fiducia nell’artigianalità dell’immagine, in questa tessitura, talvolta ossessiva altrove lieve, di rametti o segni o pezzetti che scende costantemente a patti con l’errore e la perdita”.

Al percorso espositivo è affiancato un fitto calendario di appuntamenti con laboratori per bambini ed adulti e performance.

 

2-23 febbraio, Cotignola (Ra), Ivera, Palazzo Sforza e Casa Varoli, c.so Sforza 21, 24, aperta gio e ven 15.30-18.30, sab e dom 10-12/15-18.30, www.aem-selvatica.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here