raccontidacessosmallIronica, provocatoria, sicuramente fuori dall’ordinario, la scelta del Cisim di Lido Adriano di organizzare serate di lettura nei propri bagni, intitolandondole Racconti da cesso. È però anche (e soprattutto) qualcosa di più di una semplice (seppur geniale) «trovata» accattivante, che «salta agli occhi» e non può non incuriosire. Si fonda infatti su un ragionamento rivolto ai luoghi dove si vive, dove si lavora, dove si fa cultura e che, per questo, non sono mai semplici contenitori ma diventano essi stessi contenuto, come ad esempio, in questo caso, espressione di «marginalità». In altre parole, all’origine dell’iniziativa c’è quella stessa riflessione sul rapporto (e sull’identità) tra luoghi adatti e luoghi non adatti, tra luoghi deputati e luoghi non rappresentativi (e per questo nascosti, dimenticati, discriminati) che anima da anni l’attività dello stesso Cisim.

Una riflessione che si estende ai concetti apparentemente antitetici di centro e di margine e che trova nelle parole della scrittrice femminista afroamericana Bell Hooks la sua migliore parafrasi: «Ogni sera dovevamo far ritorno al margine, attraversare la ferrovia per raggiungere baracche e case abbandonate al limite estremo della città. […] Vivendo in questo modo – all’estremità -, abbiamo sviluppato uno sguardo particolare sul mondo. Guardando dall’esterno verso l’interno e viceversa, abbiamo concentrato la nostra attenzione tanto sul centro quanto sul margine. Li capivamo entrambi. Questo modo di osservare ci impediva di dimenticare che l’universo è una cosa sola, un corpo unico fatto di margine e centro».

Racconti da cesso si svolge una volta al mese, a cominciare da mercoledì 12 febbraio quando nei bagni del Cisim, a partire dalle ore 21, Roberto Magnani, Elettra Stamboulis, Guido Vicari, Marco Cavalcoli, Matteo Biserna e Luigi de Angelis si alterneranno nella lettura di brevi testi, inediti e non. Ci sarà un doppio turno di letture, nel bagno grande e nel bagno piccolo, mentre ai tavoli ci saranno degustazioni e ascolti musicali.

Per partecipare a tutte le iniziative al Cisim è necessario iscriversi all’Associazione culturale Il Lato Oscuro della Costa: la tessera ha validità 12 mesi, al costo di 2 euro, e si può sottoscrivere direttamente all’ingresso. Per l’iniziativa Racconti da cesso è previsto un contributo soci di 3 euro (è consigliata la prenotazione).

Racconti da cesso rientra nell’ambito del cartellone di Ravenna viso-in-aria. Dopo quello del 12 febbraio, i successivi appuntamenti sono: 12 marzo, 30 aprile, 12 maggio.

Mercoledì 12 febbraio – RACCONTI DA CESSO – Lido Adriano (RA), Cisim, viale Parini 48 – Ore 21 – Info: 389 6697082, cisim.lidoadriano@gmail.com, ccisim.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.