Area Sismica concentra tutti i suoi presupposti in una singola giornata, proponendo due perle appartenenti ad ambiti musicali che si vorrebbero distanti e incomunicabili: un approccio che travalica le definizioni di genere e punta direttamente a unire chi ha qualcosa di vero da dire e chi ha voglia di recepirlo, senza sapere dove si trova.

Ensemble LUDUS GRAVIS

Ludus-gravis

Stefano Battaglia, Paolo Di Gironimo, Simone Masina, Andrea Passini, Giacomo Piermatti, Francesco Platoni, Alessandro Schillaci – Contrabbassi

Daniele Roccato – Contrabbasso solista

Ludus Gravis, ensemble di contrabbassi dedito all’esecuzione di musica contemporanea, è nato dall’incontro fra Stefano Scodanibbio e Daniele Roccato. Ha debuttato nel marzo 2010 presso l’Auditorio Nacional di Madrid. L’ensemble ha all’attivo la partecipazione a festival internazionali quali la Biennale di Venezia, Musica D’Hoy di Madrid, Rassegna di Nuova Musica di Macerata, AngelicA di Bologna, Imago Dei di Krems (Vienna), Music of Changes di Klaipeda (Lithuania), Gaida di Vilnius (Lithuania), Unicum di Ljubljana (Slovenia), Borealis di Bergen (Norvegia), Vinterfestuka di Narvik (Norvegia). Ha effettuato registrazioni radiofoniche per Rai RadioTre, Sky ARTE e un album per l’etichetta discografica WERGO. È attualmente in produzione un nuovo disco, in uscita nel 2014 per l’etichetta discografica Ecm.

Collabora con lo scrittore, drammaturgo e attore Vitaliano Trevisan e ha lavorato a contatto con Hans Werner Henze, Sofia Gubaidulina e Julio Estrada.

Programma:

Daniele Roccato – “Minima Colloquia per contrabbasso solo”

Terry Riley/Stefano Scodanibbio – “In D per otto contrabbassi”

FULL BLAST OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Peter Brötzmann: sax

Michael Wertmueller: batteria

Marino Pliakas: basso elettrico

Compito arduo quello di descrivere Peter Brötzmann, perché si rischia di scadere nel didascalico, tanto è vasto il suo percorso artistico. Stiamo parlando di uno dei più grandi sax-free vivente, il fondatore dell’European Free Jazz Movement, con una carriera iniziata negli anni ‘60 e a cui si dedicano interi festival in ogni angolo del mondo. C’è però un elemento imprescindibile che lo ha sempre contraddistinto: o lo si ama o lo si odia, non è sicuramente un musicista compiacente e la sua musica tutt’altro che ruffiana, però…

Però scatena emozioni, le stesse che si hanno quando si guarda tracimare una diga, crollare un grattacielo. La sensazione è devastante, travolgente, insinua una tensione altissima e costante, si ha la certezza di non rischiare nulla, ma non si riesce ad evitare di essere scossi.

Full Blast è il progetto che più riflette questo approccio, grazie a un substrato ritmico, dovuto a Michael Wertmueller e Marino Pliakas, trascinante ma dal grande controllo, e con Brötzmann che sorprende una volta di più per l’energia che riesce ad applicare.

Ingresso 18 euro. Area Sismica è un circolo Arci, per l’ingresso occorre la tessera (costo 10 euro), sottoscrivibile in loco: Associazione Culturale Area Sismica, Via le Selve 23, 47121 Forlì | Loc. Ravaldino in Monte. 

Info: 346 4104884, areasismica.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.