toro_diego_abatantuono_carlo_mazzacurati_043_jpg_vess

Prosegue, dopo il grande successo della prima settimana di programmazione, l’omaggio a Carlo Mazzacurati. Tutti i film, compresi i suoi cinque documentari, tra marzo e aprile. Il modo più naturale, il solo possibile, di ricordare Carlo Mazzacurati, che ci ha lasciati un mese fa, dopo due anni alla presidenza della Cineteca di Bologna, dopo una vita troppo breve ma una presenza nel cinema italiano incisiva e inconfondibile. Una rassegna curata insieme alla moglie Marina e alla famiglia più larga e affettuosa di Carlo, composta dai suoi amici attori, sceneggiatori, produttori (ogni film presentato da uno o più di loro): tutti negli anni hanno incrociato le loro strade con quella di Mazzacurati e hanno dato vita a un paesaggio umano di amabili sconfitti, spazzati via dalle evoluzioni brutali della storia italiana (soprattutto la storia di una parte d’Italia, quel Veneto padano che per Mazzacurati è straordinario punto d’osservazione esistenziale e sociale).
La programmazione di questa settimana parte giovedì 20 alle 21.30 con con Il toro, commedia agrodolce con protagonisti due allevatori cassintegrati (il timido Citran e lo smargiasso Abatantuono) che tentano di vendere nell’Europa dell’est e sulle macerie del socialismo reale un prezioso toro da monta. Al termine incontro con Roberto Citran e con Stefano Rulli e Leonardo Scarpa, sceneggiatore e scenografo del film. Venerdì 21 (ore 20) Antonio Albanese ospite d’onore per presentare Vesna va veloce, in cui interpreta il ruolo di un timido capomastro innamorato di una bella prostituta decisa a prendersi il suo spiraglio di Occidente. Sabato 22 (ore 18) potremo vedere il documentario Sei Venezia, racconto del ‘sentimento di un città’ introdotto dallo sceneggiatore Marco Pettenello e, a seguire (ore 20) L’estate di Davide , “vigoroso racconto di un apprendistato sentimentale” ambientato nel Polesine, sceneggiato insieme a Claudio Piersanti (che presenterà il film in sala), una delle voci più profonde e originali della narrativa italiana contemporanea.
Fino al 14 aprile, Bologna, Lumiere, Cineteca di Bologna, ore 21, info: 051.2194826

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.