designUn ciclo di conferenze, aperto al pubblico: sono le Lezioni di design 2014 organizzate dall’ISIA di Faenza, università del design, che affianca alla tradizionale programmazione didattica, un programma di divulgazione di temi relativi al design.

Dopo la partecipazione di Gianni Arduini, vincitore del Compasso d’Oro nel 1984 per aver disegnato il leggendario Folletto della Worwerk e la lezione su Illuminare l’opera d’arte, tra conservazione e percezione di Piergiovanni Ceregioli, tenuta il 7 maggio, il 14 maggio è la volta di Rodrigo Rodriquez con Dal design classico al design diffuso.

Il designer romano, protagonista del libro L’indiscreto fascino del design a cura di Anna Spadoni, proporrà una riflessione su ciò che è stata la progettazione industriale del made in Italy ma, soprattutto, sulle domande che ci pone il futuro di questo settore. Un futuro che Rodriquez indaga da tempo, in qualità di presidente di Material ConneXion Italia, una realtà che, letteralmente, plasma i materiali prossimi venturi. Si tratta del più grande centro di ricerca e consulenza sui materiali e processi innovativi e sostenibili del mondo, con sedi nelle più importanti città del pianeta. La sua Material Library è composta da oltre 7mila materiali e si arricchisce di 50 unità al mese, selezionando idee e intuizioni da ogni parte, con particolare attenzione ai giovani e alle autoproduzioni.

 

14 maggio, Faenza, Lezioni di design, Rodrigo Rodriquez, Isia, corso Mazzini 92, ore 18, ingresso gratuito, info: isiafaenza.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here