mazzettiLa bella rassegna su Le Neoavanguardie cinematografiche europee, promossa dalla Cineteca di Bologna e dalla Galleria de’ Foscherari, dopo gli appuntamenti dedicati alla Nouvelle Vague francese, accende ora i riflettori sul Free Cinema inglese. Si tratta di uno dei primi movimenti artistici legati alla contestazione giovanile, uno dei più interessanti tra le cosiddette «nuove onde» cinematografiche sorte a cavallo tra gli anni ’50 e ’60.

Tornare a proiettare film di quella affascinante esperienza artistica (ma anche sociale e politica) è già di per sé qualcosa di straordinario, se poi ospite della serata è una regista che ne fu protagonista, si può allora tranquillamente parlare di evento eccezionale.

La data è giovedì 22 maggio. Il luogo è la Galleria de’ Foscherari in via Castiglione 2/b a Bologna. L’orario è alle 18. L’ospite è Lorenza Mazzetti e i film che verranno proiettati sono i suoi primi cortometraggi, K (girato nel 1953 ispirandosi a La Metamorfosi di Kafka) e Together (del 1956, che narra le vicende di due sordomuti nel quartiere East End di Londra).

In particolare Together fu uno dei tre film (assieme a O Dreamland di Lindsay Anderson e a Momma don’t allow di Karel Reisz e Tony Richardson) presentati il 5 febbraio 1956 al National Film Theatre di Londra nel corso di una serata di presentazione del manifesto programmatico del gruppo. Un evento che, di fatto, inaugurò il movimento del nuovo cinema britannico nel quale confluirono poi registi come Joseph Losey, John Schlesinger, Ken Russell, Jack Clayton, Richard Lester, Desmond Davis, Clive Donner e Ken Loach.

Lorenza Mazzetti, nata a Firenze nel 1928, dopo aver attraversato tragicamente gli anni della guerra (parte della sua famiglia venne sterminata dalle SS naziste), si trasferì a Londra per studiare arte (oltre che cineasta è infatti anche una pittrice di talento) e qui fu tra le fondatrici del Free Cinema. Nel 1959 tornò in Italia dove iniziò a lavorare per la Rai. Collaboratrice di Cesare Zavattini, ha anche scritto due apprezzati romanzi, entrambi editi da Sellerio, Il cielo cade (diventato film nel 2000) e Diario Londinese.

Dopo i cortometraggi e l’incontro con Lorenza Mazzetti, la serata alla Galleria de’ Foscherari proseguirà con la proiezione del lungometraggio Sabato sera, domenica mattina di Karel Reisz (1961) considerato fra i più rappresentativi del Free Cinema. Questo film sarà presentato da Vittorio Boarini.

 

Giovedì 22 Maggio – Proiezione dei film: K di Lorenza Mazzetti (Gb, 1953), TOGETHER  di Lorenza Mazzetti (Gb,1955), SABATO SERA, DOMENICA MATTINA di Karel Reisz (Gb, 1961) – Bologna, Galleria de’ Foscherari, via Castiglione 2/b – Ore 18 – Info: 051 221308, galleria@defoscherari.com 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.