Lydia Lunch
Lydia Lunch
Lydia Lunch

Un pugno di blues del deserto, dall’America all’Almeria, dall’Inghilterra a ritroso fino alla New York della no wave.

“A Fistful Of Desert Blues”, sul palco di Strade Blu il 1 agosto alle 21,30 (ingresso libero) è un disco e un concerto che ripropone la collaborazione tra Lydia Lunch e Cypress Grove (Tony Chmelik), musicista britannico già al fianco dell’indimenticato Jeffrey Lee Pierce a cavallo tra fine Ottanta e inizio Novanta. Una partnership, la loro, nata nel 2006 proprio per omaggiare il lavoro del leader dei Gun Club, e diventato negli anni un progetto compiuto.

Se a livello musicale il background del duo – che dal vivo viene integrato dal nucleo dei Gallon Drunk, già collaboratori di Lydia Lunch – si fonda sul blues sofferto e irrequieto di Pierce, a livello tematico il “deserto” dove prendono vita le poesie del duo si sviluppa dall’altra parte dell’atlantico: è infatti la regione spagnola dell’Almeria, teatro delle riprese di innumerevoli western, il luogo che ispira il tutto. Una fascinazione per la penisola iberica non casuale, dato che Lydia si è trasferita a Barcellona da una decina di anni. Protagonisti assoluti sono la voce graffiante della Lunch – icona della New York più sofferta e corrosiva – e la chitarra di Chmelik, ma non mancano parentesi rarefatte che portano alla mente i primi piani di Sergio Leone per una piccola epopea western-crepuscolare.

1 agosto, Faenza, Lydia Lunch, Piazza Nenni (ex Molinella), ore 21.30, 347 8932009, stradeblu.org

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.