Laurina Paperina
Laurina Paperina
Laurina Paperina

E’ notizia di qualche giorno fa quella dell’arresto di Paul Horner, alias Bansky. Bufala o no, la notizia ha portato nuovamente alla ribalta mediatica uno dei generi più controversi e longevi dell’arte contemporanea: la street art. Che la si voglia considerare arte o mero atto vandalico, il fascino della street è indiscutibile e oggi sempre più writer sono al centro dell’interesse di galleristi e case d’aste. Bansky, per l’appunto, docet. Per tutti gli appassionati del genere, sabato 25 ottobre prende il via la V edizione dell’OUTDOOR Urban Art Festival, un progetto promosso dall’agenzia NUFACTORY in collaborazione con il Google Cultural Institute. L’appuntamento è negli spazi della vecchia Dogana di Roma, nel quartiere Ostiense, dove artisti provenienti da cinque diversi Paesi, coinvolgeranno pubblico e passanti: dal gesto ripetuto e marcato di Jbrock, la colorata ironia di Laurina Paperina e dell’americano Buff Montser la parola e la geometria dei greci Blaqk, la delicata ricerca estetica della sudafricana Faith 47 in netto contrasto con la sensualità pop di Lady Aiko dal Giappone, i loghi celebri del norvegese Dot dot dot, la perdita dei normali riferimenti spaziali di Thomas Canto, l’incontro e confronto di BrusIke e Hoek, le diverse ricerche stilistiche ed estetiche dei giovani Tnec e Jack fox per concludere con l’invasione dei characters di Galo e l’ istallazione materica di Davide Dormino. Ad ognuno di loro è stato affidato uno spazio diverso, lontano dalla strada, all’interno delle 6 grandi stanze della vecchia Dogana, riaperta al pubblico per l’occasione dopo quattro anni di chiusura. Tutti racchiusi in “un luogo enorme, che per la sua grandezza fa perdere i normali riferimenti spaziali, – spiega Antonella Di Lullo, curatrice del festival – che non deve spaventare ma essere parte integrante del tutto, nessuna antitesi tra contenitore e contenuto, quanto piuttosto una perfetta coincidenza e sovrapposizione in cui l’arte esprime tutto il suo carico estetico, i suoi gesti impulsivi, emozionali, geniali e sempre diversi”. Il festival è visitabile dal venerdì alla domenica fino al prossimo 22 novembre.

Leonardo Regano

25 ottobre-22 novembre, Roma, Dogana, San Lorenzo, info: out-door.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here