parthorn_2

 

 

La ricerca musicale dell’artista pluridisciplinare svedese Pär Thörn nasce dalla volontà di enfatizzare gli aspetti meccanici e materiali del registratore a nastro e l’instabilità nell’uso della radio. I suoi live si muovono tra onde sinusoidali, circuit bending, il ticchettio degli stroboscopi, suoni metallici, poesia sonora cantata e urla brutali giustapposti al materiale audio trovato delle radio.

Pär Thörn è musicista elettronico, scrittore e artista concettuale. Nato in Svezia, è ora attivo a Berlino. Dal debutto nella scrittura nel 2002 con il libro Kändisar som jag har delat ut post till (Storno förlag) ha pubblicato più di dieci volumi ed è stato etichettato come “il più importante scrittore in Svezia” dalla stampa svedese. Il suo disco Schöneberg/Stammheim/Gärdet/Rågsved, edito da Treffpunkt, è stato nominato migliore disco di musica sperimentale in Svezia nel 2008. Fra I suoi progetti: I am | A Twitter Poem costruito e modificato minuto per minuto a partire dai  risultati di ricerca dell’anafora “I am” su Twitter. Dopo aver collaborato con artisti come Leif Elggren, Keith Rowe, Charles Bernstein, Lina Selander e Amit Sen, attualmente lavora con la danzatrice Takako Suzuki, il sassofonista Martin Küchen, il turntablist Ignaz Schick e il trombettista Axel Dörner.

Giovedì 30 ottobre, h 22 – Raum, Via Ca’ Selvatica 4/d Bologna – Info: 051.331099, xing.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here