Ivano Marescotti, La Fondazione - foto di Raffaella Cavalieri
Ivano Marescotti, La Fondazione - foto di Raffaella Cavalieri
Ivano Marescotti, La Fondazione – foto di Raffaella Cavalieri

 

Riceviamo e volentieri diffondiamo questo comunicato. Cose buone. Noi ci saremo.

«Avrebbe compiuto novanta anni a novembre, Raffaello Baldini, scomparso quasi dieci anni fa. Quando tutto sembra finito, scriveva, è un po’ come ricominciare tutto da capo. 

Dal 7 al 9 novembre Ivano Marescotti porta in scena al Alighieri per la Stagione di Prosa l’ultimo testo teatrale scritto dal poeta di Santarcangelo, La Fondazione 

Prima di morire Baldini consegnò a Marescotti questo dattiloscritto dicendogli: Fanne quello che credi. Marescotti, diretto da Valerio Binasco, onora questo prezioso lascito interpretando il protagonista del monologo in italiano, un personaggio bizzarro che colleziona ossessivamente i più assurdi oggetti del passato preso dall’idea di dar vita a una Fondazione che tenga viva la memoria delle cose più sfuggenti e dei pensieri: non quelli grandi dei poeti e dei filosofi, che tanto a questi ci pensano già i libri, ma quelli che vengono a tutti quanti in qualche momento della giornata, e sembrano tanto acuti, e poi spariscono nel flusso della vita».

 

MICHELE PASCARELLA 

 

7-9 novembre, Ravenna, Teatro Alighieri, via Mariani 2 – Info: 0544 249244, 0544 36239, ravennateatro.com/prosa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here