De corporis fabricaLa (galleria +) oltredimore presenta “De Corporis Fabrica”, il nuovo progetto della fotografa bolognese Beatrice M. Serpieri. Conosciuta per i suoi intensi ritratti in bianco e nero, Serpieri torna ad interessarsi del corpo umano e delle sue funzioni, partendo dall’osservazione delle cere anatomiche conservate nel Museo “Luigi Cattaneo” di Bologna. Attraverso la scomposizione dei manufatti e della luce che si riflette su di essi, Serpieri ci offre un nuovo punto di vista su queste opere e su noi stessi. I materiali tralucenti utilizzati per la realizzazione e la presentazione dell’opera fotografica, catturando la luce dell’ambiente, creano con esso un dialogo in continuo divenire, un dinamismo che sorprende. La perfetta macchina del corpo umano suscita nell’osservatore delle cere anatomiche poesia sublime e stupore. “De Corporis Fabrica” a cura di Jadranka Bentini con la collaborazione di Alessandro Ruggieri, è un progetto pensato in collaborazione con il Sistema Museale d’Ateneo – Alma Mater Studiorum Università di Bologna, per promuovere la sinergia con diversi enti cittadini: il Museo delle Cere Anatomiche “Luigi Cattaneo”( in qualità di co-promotore), il Museo di Palazzo Poggi e il Teatro Anatomico.

La mostra è accompagnata da percorsi guidati ai musei coinvolti ed eventi sviluppati secondo alcune fasi del “fare artistico”: PENSARE / PERFORMARE / TOCCARE / VEDERE.

Un’occasione per conoscere gli ultimi lavori della fotografa bolognese e riscoprire una delle più interessanti e preziose collezioni del patrimonio culturale cittadino.

LEONARDO REGANO

Fino al 17 gennaio 2015

Bologna, (galleria +) oltredimore, via del Porto 48 a/b

info: tel. 051/6449537; info@oltredimore.it; www.oltredimore.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here