Testa Hermes
Gli Etruschi alla conquista di Bologna. L’antica Felsina in questi giorni rivive all’interno delle sale del Museo della Storia di Bologna in Palazzo Pepoli, in un progetto espositivo che ha visto il museo bolognese collaborare con il Museo di Villa Giulia a Roma, la massima Istituzione in materia di Etruschi. Centrale è il tema de “il viaggio oltre la vita”, le concezioni che gli etruschi avevano della vita oltre la morte, che restano uno dei pochissimi aspetti da noi conosciuti di questa antica civiltà italica. Ceramiche figurate, sculture in pietra e altri reperti sono esposti a Bologna per la prima volta fuori da Roma. E’ così anche per la Tomba della Nave, una delle tombe dipinte provenienti dalla necropoli di Tarquinia, ricostruita in Palazzo Pepoli per offrire l’occasione di un ingresso all’interno di una vera tomba dipinta etrusca. Arrivano invece da molto più vicino le tre stele figurate presenti in mostra, conservate nel Museo Civico Archeologico cittadino, di cui una di recente scoperta, che permettono un confronto tra la civiltà etrusca sviluppatasi tra l’alto Lazio, la Toscana e l’Umbria, e quella invece del Nord Italia, che aveva il suo centro proprio a Felsina. Ma non c’è solo l’archeologia in mostra, o meglio, non ci sono solo reperti. Dato significativo è l’utilizzo delle nuove tecnologie – costante del museo bolognese – che hanno permesso di “portare” a Bologna l’inamovibile Sarcofago degli Sposi. Raffigurante un coppia di coniugi sdraiata su un letto da convivio, in atto di banchettare serena, contemplando i misteri dell’oltretomba, nel tempo il Sarcofago degli Sposi ha assunto per l’archeologia un ruolo di simbolo mediatico di importanza pari a quella che per la storia dell’arte hanno la Gioconda di Leonardo Da Vinci e il David di Michelangelo. Il Sarcofago è oggetto di una spettacolare installazione all’interno della Sala della Cultura, una vera e propria performance tecnologica di 11 minuti concepita come un’integrazione di proiezioni 3D e ricostruzione ologrammatica dell’opera in una speciale teca realizzata sotto la direzione tecnica di Franz Fishnaller e la regia di Giosuè Boetto Cohen.

 

 

LEONARDO REGANO

Fino al 22 febbraio 2015

 

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l’aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Bologna, Museo della Storia di Bologna, via Castiglione 8

info: tel. 051 19936370, msb@genusbononiae.it; www.genusbononiae.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here