Schermata 2015-03-09 alle 21.19.41Forse il suo nome vi dirà poco, ma di sicuro le sue immagini sono impresse nella memoria di molti di voi. Masayoshi Sukita è stato il fotografo ufficiale di David Bowie per quasi tutta la sua carriera, autore di scatti leggendari come la copertina di un brano altrettanto leggendario qual è “Heroes”. E non si fa torto a nessuno se si afferma che l’archivio di Sukita su Bowie è il importante tra quelli che riguardano l’artista londinese. Un’amicizia e un sodalizio artistico che ha dato vita a scatti intimi e di disarmante bellezza in mostra in questi giorni da ONO arte, la galleria bolognese dedicata al rock e alla musica d’autore degli ultimi cinquant’anni. La relazione tra Bowie e Sukita nasce nel 1972 quando il fotografo arriva a Londra per immortalare Marc Bolan e i T-Rex, e sebbene ignaro su chi fosse David Bowie, decide di andare ad un suo concerto perché irresistibilmente attratto dal cartellone di The Man Who Sold the World che lo promuoveva. Ha così inizio una relazione umana e professionale che dura fino ad oggi. La mostra, che si compone di circa quaranta scatti di Sukita è stata realizzata con il patrocinio del Comune di Bologna, del British Council e dell’Università di Bologna, Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione e si accompagna ad un catalogo edito da Auditorium Edizioni.

LEONARDO REGANO

Fino al 10 maggio

David Bowie “Heros”
Ono Arte Contemporanea
via S. Margherita, 10 Bologna
Info: 051/2624465; beatrice@onoarte.com; www.onoarte.com

Orari: mar-mer 10-13 e 15-19.30, gio-ven 10-13 e 15-21.30, sab 10-21.30, dom (da ottobre a marzo) 16-21

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.