Mario Perrotta, La turnàta - foto di Gabriele Ruggeri
Mario Perrotta, La turnàta – foto di Gabriele Ruggeri

 

Dopo il consenso ottenuto con la prima parte del progetto, dedicato ai minatori del Belgio, va in scena il secondo capitolo incentrato sull’emigrazione in Svizzera, fenomeno che giunse al suo massimo incremento durante gli anni ’60: la legislazione, tuttora vigente, in materia di emigrazione e l’ostilità diffusa della popolazione locale ne hanno fatto un altro capitolo efferato della nostra storia recente.

Suggerisce l’importante critico teatrale Massimo Marino: «Perrotta è bravissimo a catturare lo spettatore, a creare piccoli mondi da dettagli, ad aprire pensieri brucianti, a contestualizzare la materia sentimentale con dati, a insinuare collegamenti con altre clandestinità contemporanee. Non predica mai; ci porta per mano nella pena della vita con i balsami dell’infanzia e del racconto».

13 marzo, ore 21 – Valsamoggia (BO),  Teatro Calcara, Via Garibaldi 56 (loc. Calcara di Crespellano) – info: 348 8738818, teatrodelletemperie.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here