Animali senza favola - foto di Marco Mastroianni
Animali senza favola - foto di Marco Mastroianni
Animali senza favola – foto di Marco Mastroianni

 

«In una luce crepuscolare si incrociano cinque donne. I movimenti sono spesso minimali, in cerca di geometrie e di sensibilità che si intrecciano e si disfano»: sulle pagine del Corriere della Sera lo studioso e critico teatrale Massimo Marino, in occasione del debutto nazionale avvenuto a Bologna nel dicembre scorso, ha offerto il proprio sguardo ad Animali senza favola, nuovo spettacolo della coreografa e danzatrice Simona Bertozzi «capace di accendere una luce con una distensione del collo, con uno scatto, con una improvvisa torsione».

Questo progetto performativo corale, ideato come di consueto assieme a Marcello Briguglio, vede all’opera un quintetto tutto al femminile composto da danzatrici di tre diverse generazioni: oltre alla stessa Bertozzi, sono in scena Miriam Cinieri, Lucia Guarino, Francesca Duranti e Stefania Tansini. Lo spettacolo si nutre delle musiche composte ad hoc dal sound-artista Francesco Giomi, del progetto luci e set spazio di Antonio Rinaldi e della collaborazione teorico-compositiva dello studioso Enrico Pitozzi, che suggerisce: «Stanno così questi corpi, come in attesa di tempo; animali senza favola, privi di narrazione, continuamente in divenire attraversano temperature e gradi di presenza in attesa del congedo finale che tarda ad arrivare, riassorbite nelle curvature della vita, nelle pieghe di un frammento d’esistenza. Forse la loro forza non è altro che questa: fragilità e potenza, figure femminili in reiterato concepimento».

Animali senza favola - foto di Marco Mastroianni
Animali senza favola – foto di Marco Mastroianni

 

Animali senza favola, spettacolo liberamente ispirata a Chiari del bosco della filosofa Maria Zambrano (Bruno Mondadori, Milano, 2004) è questa sera al Teatro delle Passioni di Modena, ospite della stagione di Emilia Romagna Teatro Fondazione, e il 10 aprile verrà presentato al Teatro Diego Fabbri di Forlì nell’ambito della stagione del Contemporaneo.

2 Aprile, ore 21 – Modena, Teatro delle Passioni, viale Carlo Sigonio 382 – info: 059 301880, http://www.emiliaromagnateatro.com/teatri/teatro-delle-passioni/  – 10 aprile, ore 21 – Forlì, Teatro Diego Fabbri, corso Armando Diaz 47 – info: 0543 712170 – 712168, www.teatrodiegofabbri.it – info sulla Compagnia: http://www.simonabertozzi.it/   

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.