Paolo Fresu (@Fiorella Sanna)
Paolo Fresu (@Fiorella Sanna)

 

Tre giorni e tre territori attraverso film, documentari e incontri con i loro autori: Calabria, Emilia-Romagna e Sardegna. Dopo il numero zero dell’anno scorso, Mente Locale cresce, esplorando territori vicini e lontani in un fine settimana sulle colline bolognesi, all’incrocio fra i saperi e i sapori. Un altro sguardo sulla realtà, diverso da quello a cui ci ha abituati la te­levisione. Per questo i documentari sono portati in luoghi e situazioni non convenzionali, costruendo momenti di convivialità e socialità attorno all’evento artistico, seguendo l’e­sempio di A teatro nelle case. Ospiti delle tre giornate saranno Peppe Voltarelli, Elisa Mereghetti, Marco Mensa, Sonia Peana, Stefania Bandinu, Luigi Dadina, Paolo Fresu e Gianfranco Cabiddu.

Alcune segnalazioni dal variegato programma.

Venerdì 22 maggio s’inizia con Calabria tra orgoglio ed emigrazione: una serata con la musica di Peppe Voltarelli e con le parole del suo romanzo d’amore e rancore sulla Calabria.

Sabato 23 maggio si prosegue con Visioni sull’Emilia-Romagna: proiezioni in spazi insoliti di “cinema nelle case”, luoghi da scoprire. Dalle ore 19.30 alle Ariette – Deposito Attrezzi: Gran buffet romagnolo, in cui sarà presentato Pascoli e Pantani di Luigi Dadina e Max Penombra: «un ciclista e un poeta, nati negli stessi luoghi, tra gli stessi pascoli e pantani costieri; due vite accomunate da un destino geografico e da un’esistenza fatta di lutti e rinascite, cadute e risalite». A seguire  Racconti e rap con Moder, Max Penombra, Luigi Dadina e Laura Gambi.

cover intera

Nostalgia di Sardegna? è il titolo della giornata conclusiva di Mente Locale, domenica 24 maggio: un pomeriggio alle Ariette per vedere insieme due documentari sull’isola. Janas storie di donne telai e tesori di Giorgia Boldrini, Giulio Filippo Giunti e Stefano Massari  e Passaggi di tempo. Il viaggio di Sonos e memoria di Gianfranco Cabiddu, documentario etnomusicale sul progetto Sonos e memoria di Paolo Fresu, Elena Ledda e molti altri musicisti sardi (e non).  Sarà anche occasione per riflettere e dialogare con Paolo Fresu, Sonia Peana, Gianfranco Cabiddu e Stefania Bandinu in un incontro condotto da Giovannella Dall’Ara del Festival di Scirarindi per concludere con una cena conviviale sarda ‘a km. zero’, preparata dal ristorante Ajò di Monteveglio.

22-24 maggio – luoghi e orari vari, info e prenotazioni:  051 6704373, teatrodelleariette.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here