unnamedSi intitola Raccontare un luogo – (Tales of a Place) il nuovo progetto espositivo presentato dalla Galleria Enrico Astuni di Bologna, a cura di Lorenzo Bruni. La mostra ha come protagonisti otto artisti di generazioni e riferimenti culturali differenti, chiamati a ragionare sull’idea di luogo e sulla relazione che c’è tra spazio e opera d’arte. Gli interventi proposti da Maurizio Nannucci, Christian Jankowski, Suzanne Lacy, Nedko Solakov, Mel Bochner, Antonis Pittas, Mario Airò e Cuoghi Corsello, abbracciano tutte le tipologie espressive dell’arte contemporanea – dal video alla  fotografia, alle istallazioni, agli interventi sonori, ai disegni e alla scritte a neon – e sono tutti pensati come esplorazioni che portano alle estreme conseguenze il concetto di “site-specific”. Come scrive Lorenzo Bruni, nel catalogo che accompagna la mostra e che uscirà il prossimo settembre: “Le opere in mostra nascono tutte dal confronto con differenti concetti di luogo e sulla relazione tra spazio immaginato, spazio percorso e la presenza dello spettatore. Questo però è solo il punto di partenza, e non il fine, per proporre una nuova analisi delle varie dinamiche di narrazione attivate in relazione alla possibilità di essere un migrante giornaliero – sia a livello fisico che virtuale, e rispetto alle nuove tecnologie e nuove possibilità di archiviare i fatti, i luoghi e le esperienze degli stessi”.  Raccontare un luogo – (Tales of a Place) non vuole proporsi come un semplice percorso tematico, ma come un  momento di incontro e di riflessione, un dialogo e un confronto tra gli artisti coinvolti, chiamati a ragionare sulle idee di fondo che muovono le loro stesse ricerche.

 

LEONARDO REGANO

 

Fino al 7 novembre

Galleria Enrico Astuni, Bologna, via Jacopo Barozzi, 3

Orari: lunedì – venerdì 10.00 – 13.00; 15.00 – 19.00; sabato e domenica su appuntamento

Info: www.galleriaastuni.net, info@galleriaastuni.net; tel. 051 4211132

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.