artusi 2Al via la Festa Artusiana edizione XIX, nove giorni di incontri, degustazioni, spettacoli, laboratori, mostre e tanto altro che fanno di Forlimpopoli la capitale del cibo. Si parte sabato 20 giugno 2015 alle 17a Casa Artusi con il convegno “Dammi la tua ricetta” che vedrà confluire nella patria dell’Artusi i principali protagonisti della cultura gastronomica italiana: dagli storici Massimo Montanari, Alberto Capatti e Piero Meldini, agli esperti del linguaggio Giovanna Frosini e Paolo Fabbri, sino a Grazia Menechella dell’Università del Wisconsin-Madison che parlerà dell’opera artusiana negli States con un viaggio che arriva sino a Martin Scorsese.

Il convegno prenderà in esame la cucina attraverso i secoli, dalle complicate ricette di Apicio a quelle dei libri di cucina medievali, così simili alle coeve raccolte di ‘segreti’ medicinali; dalle ricette spesso ridondanti dei trattati rinascimentali e barocchi a quelle dei cuochi sette-ottocenteschi, scritte in un quasi irritante gergo ‘francioso’; dalle ricette di Pellegrino Artusi, finalmente puntuali e in limpido italiano, alle videoricette di YouTube e dei blog: le ricette di cucina hanno mutato, nei secoli, impostazione e linguaggio.

Alle 18 doppio appuntamento al Museo Archeologico: la visita ai Tesori nascosti da parte della Fondazione RavennAntica e Casa Artusi, e la Caccia al tesoro per i più piccoli. Sempre al Museo alle 21 ‘Stare a tavola nel mondo antico’, mentre alla stessa ora nella piazzetta Berta e Rita il Caseificio Pascoli di Savignano sul Rubicone presenta il libro che racconta la storia dei suoi cinquant’anni. A dialogare saranno Annalisa Raduano, la casara Marinella Conti e Luciano Raduano, Miro Gori e il giornalista Giuseppe Sangiorgi che modera l’incontro.

A partire dalle 20 la centrale piazza Artusi apre i suoi sapori al pubblico con una grande varietà di proposte. La Città dei sapori ospita gli amici di Polesella con la ricetta artusiana n. 43 del “riso alla cacciatora”, il Consorzio Orto di Pascoli che propone un menù dal sapore pascoliano, il Grand Hotel della Fratta con due piatti vegani dello chef Fabio Testori. E ancora: Bertinoro col Ristorante Orocolato, Cervia e il suo sale dolce, il ristorante La Buga di Meldola, i Pescatori di Cesenatico, i dolciumi dell’Artusi del forno Castellucci di Meldola, il ristorante Al Vecchio Convento di Portico di Romagna. Senza dimenticare i sapori d’Europa con le specialità croate della cittadina di Rovigno.

Ricco il cartello degli spettacoli curato dall’associazione Gli Incauti che si apre alle 21 con una serie di proposte del teatro di strada: lo spettacolo Itinerante del ‘Duo Rozestraten’, Hans e Frans Rozestraten di Amsterdam; ‘Etna’ il Drago Bianco (piazza Pompilio); il trio di clown della Compagnia Carapatagi (via Veneto); il duo di giullari ‘Clerici vagantes’ (Via Saffi). Alle 21 il Palco dei ragazzi ospita ‘La favola del pane e della luna’, alle 22 in piazza Fratti suonerà Ferrobattuto per la Scuola di Musica Popolare. Sempre alle 22 Opez in concerto al Palco basso, la Corte di Casa Artusi ospita l’atteso spettacolo ‘Artusi Remix’ con l’eclettico Don Pasta, vincitore del Premio Marietta ad Honorem 2015.

 

20-28 giugno, Forlimpopoli, centro storico, info: 0543-749234-5-7 (orario 8,30-13; durante la Festa 16-21), festartusiana.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here