l'amore che move il sole e le altre stelle-2

L’ultimo verso del Paradiso, titolo dell’opera, riassume per Guarnieri il significato teologico, cosmico ed esistenziale dell’intera commedia dantesca: “mai una singola frase poetica ha espresso una simile forza totalizzante del concetto motorio, fisico e metafisico, vitalistico, di armonia cosmica di cui l’umano vivere è intriso”.
La video opera – con cui si chiude il trittico che dall’Apocalisse di Pietra di diaspro e attraverso Tenebrae, conduce alla luce del Paradiso – si snoda in 14 sequenze musicali che seguono il testo dantesco in una dimensione velata di ineffabile spiritualità, in cui la rotazione al ralenti di soli, vocalist e coro simula quell’armonia delle sfere, riferimento cosmologico del poeta; mentre le 7 trombe, che in Pietra di diaspro aprivano minacciose il disvelamento apocalittico, qui squillano allelujatiche, di un’armonia creaturale assoluta.

Noi ci saremo. Occhi e orecchie spalancati.

5 giugno, ore 20.30 – Ravenna, Teatro Alighieri – info: ravennafestival.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.