farnedi1_1Un festival nel festival all’Arena delle balle di paglia di Cotignola: quella di venerdì 17 luglio sarà una serata da ricordare per gli amanti del cantautorato. Dall’aperitivo al bicchiere della staffa, sulla paglia dell’Arena si susseguiranno sei concerti: sei nomi, sei identità cantautorali in Canta l’autore

Un paesaggio musicale che inizia con Andrea Grossi (Bagnara di Romagna, ore 19.30), con un repertorio che mette d’accordo eleganti e balordi, tra erotismo e ironia; poi Niente (Forlimpopoli, ore 20.15), che con le sue sonorità ombreggiate dipinge il disincanto dei nostri tempi, ma con melodie che lasciano spazio a un ottimismo immortale; si prosegue con Jocelyn Pulsar (Forlì, ore 21), che quando canta ti porta in giro per la provincia, con storie che appartengono un po’ a tutti e sembrano lì da sempre. Dopo il tramonto, sul Palco dell’Arena alle salirà Dulcamara (Faenza, ore 21.45) per un viaggio tra suggestioni americane e sentimenti romagnoli; avremo Enrico Farnedi (Cesena, ore 22.45) che con il suo ukulele esplora la sottile bellezza delle cose semplici, e infine il travolgente piano-punk-cabaret di Giacomo Toni (Forlimpopoli), beffardo cantore di fulminanti storielle (a)morali della mezzanotte.

Inoltre, alle 20.30 nella Golena dei poeti ci sarà il Teatro delle Ariette: Attori contadini che raccontano la trasformazione del mais che diventa polenta; una trasformazione a senso unico, irreversibile, dalla quale non si torna indietro. Uno spettacolo di e con Paola Berselli e Stefano Pasquini, con Maurizio Ferraresi.

Per i bambini dalle 18.30 alle 20.30 continua il laboratorio “I grandi pesci volanti in cartapesta”, a cura dell’associazione Selvatica, con Alice Iaquinta e Gilberto Donati.

16-21 luglio – Cotignola (RA) – info: 333 4183149 (dalle 18 alle 20 nei giorni dell’Arena), primolacotignola.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here