Moris Pradella

 

Moris Pradella
Moris Pradella

Sfumature funk, vibrazioni soul e il suono inconfondibile della Motown music, sapientemente servite da una chitarra graffiante come poche e una delle voci più interessanti della scena italiana. Il secondo giorno di Spiagge Soul offre tutto questo con due appuntamenti a Marina di Ravenna, ovviamente gratuiti. Giovedì 23 luglio parte alle 18, al Cocoloco, il grande Moris Pradella, già con Quintorigo, Mario Biondi e Neri per Caso, anima del trio 3 Soul,

Trio soul-funk che vede la partecipazione di un fuoriclasse del palcoscenico, la nuova voce dei Quintorigo nel progetto dedicato dalla band a Jimi Hendrix: Moris Pradella, che collabora anche con Neri per Caso e Mario Biondi. La potente e calda voce di Pradella si mette al servizio di un curato repertorio soul/funk e ne sottolinea l’eccellente capacità chitarristica. Ad accompagnarlo due musicisti di brillante esperienza come il batterista a corrente alternata Matteo Monti (Cesare Cremonini, Gem Boy, Mash Machine, Jestofunk) e Antonio Tuccino al basso. Un incontro per niente casuale, frutto del desiderio di condensare la comune passione per la musica nera in un possente spettacolo di musica dal vivo. Consapevolmente fuori moda, come regola di base la semplicità, il trio usa quel poco che basta per tenere in piedi una buona ritmica sulla quale posare un’armonia per nulla scontata e colori vocali impetuosi e delicati. Uno show che rispetta la tradizione che quel suono richiede, alle volte crudo e scarno, pulsante come un cuore, magico e trasparente come un’anima. La rotta dei 3 Soul a lenta velocità parte da Bill Withers in compagnia di Marvin Gaye, passando all’attuale Ben Harper a braccetto con John Legend, strizzando l’occhio a Lenny Kravitz, Prince, James Brown per poi tornare a Johnny ”guitar” Watson e approdare ad Al Green.

La serata poi prosegue alle 21.30 con i Wena, cantante casertana dalle calde sonorità black che viene accompagnata dalla band The Souldiers.

Wena, al secolo Valentina Gnesutta, nasce a Caserta. Già dall’infanzia la musica è parte della sua vita, grazie a suo padre Enzo, musicista. Continua il suo percorso ispirata dalla scena Motown e ha sempre ascoltato musicisti come Aretha Franklin, Otis Redding ed Etta James. Stringe presto legami con la famiglia Funk, Rap, Reggae e Dub campana, collaborando con Torreggae, Sativa Dub Station, Hermano Loco, Funky Pushertz, Oluwong, Clementino, Sangue Mostro, Nto’ (Stirp9) e DopeOne. Il suo esordio discografico avviene nel 2010 con Digitup, riddim dei Torreggae stampato su 12”, col brano “So Real”. Nel 2012 viene contattata da Ghemon, uno dei musicisti più interessanti del panorama italiano, che la invita sul palcoscenico per accompagnarlo nei suoi live insieme a dj Tsura come corista. Nel 2013 co-produce con l’etichetta Blood and Soul il suo album d’esordio scritto con Luciano Pesce, Corrado D’Amato e Nicola Zechender rispettivamente tastiere, batteria e basso della band “The Souldiers”. Nel 2014 si esibisce al fianco di Fausto Mesolella alla presentazione del libro di Ivano Fossati “Tretrecinque”, al Festival di Cremona “Le corde dell’anima”, evento tra letteratura e musica. Nel corso degli anni ha aperto i live di Frankie Hi-Nrg, Niccolò Fabi e Katzuma. Attualmente Wena promuove il suo album “A Part Of Me” accompagnata dalla band The Souldiers e gira l’Italia in tour con Ghemon e Dj Tsura.

 

23 luglio, Marina di Ravenna, Spiagge Soul, info: spiaggesoul.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here