Il manifesto disegnato da Gianluca Costantini
Il manifesto disegnato da Gianluca Costantini
Il manifesto disegnato da Gianluca Costantini

Giunge alla sua quinta edizione il festival di arti performative contemporanee WAM! L’appuntamento si rinnova a Faenza, nei giorni del 2 – 3 – 4 luglio, nell’Ex Istituto dei Salesiani sempre a cutra delle compagnie In_Ocula, Iris e Menoventi. Quest’anno WAM! decide di uscire dai confini della danza, del teatro e della performance aprendosi anche a forme audiovisive quali il cortometraggio d’animazione, con opere di Magda Guidi, Michele Bernardi e Virginia Mori, ed il documentario con Walid Abdelnour, e porta lo sguardo dello spettatore oltre, ponendo un focus particolare sui media e sul Medio Oriente.  “Confine dunque non tanto come segno che separa e divide, – spiegano gli organizzatori – piuttosto come linea in comune attraverso cui i diversi si toccano e le culture comunicano, e sconfinare come processo di incontro e di confronto, grazie al quale le diversità si relativizzano e hanno origine nuovi percorsi di scoperta e conoscenza”.

La proposta artistica della presente edizione interroga e supera i confini di età, mirando al dialogo intergenerazionale, con laboratori creativi per bambini (grafico-pittorico e cartapesta) a cura di Alice Iaquinta, letture per adolescenti di Menoventi/Alice Keller, video clip musicali e concerti (Jolie Holland in collaborazione con Strade Blu Festival, e Umanzuki in collaborazione con Clan Destino e TESCO); di ruolo, attraverso l’uso di interviste, piattaforme mediatiche e performance in cui lo spettatore prende coscienza del processo di sconfinamento tra realtà e rappresentazione, pubblico e privato (un esempio saranno i frammenti per uno o pochi spettatori alla volta di Crocco/Miele, allestiti anche nel prestigioso Palazzo Ginnasi Ghetti); di linguaggio, costruendo intersezioni tra le proposte di teatro, danza contemporanea e visual art con Espressioni, Festival di video danza di Perypezye Urbane, video performace di In_Ocula e performance di O I.

Nel fondamentale spazio dedicato alla danza il festival ospiterà residenze, dance masterclass e performance di  Gala Moody, Nicoletta Cabassi Maruska Ronchi.

Inoltre all’interno degli spazi della rassegna sarà inaugurata la mostra Irhal Irhal di Gianluca Costantini.

 

 

2-5luglio, Faenza, WAM!, Complesso ex-Salesiani, via San Giovanni Bosco 1, info: 349 2500963, wamfestival.com

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here