foto Idea_assurda_per_un_Filmaker_02_Brebbia copia 2

.

Raum ospita Idea assurda per un filmaker, progetto di live expanded cinema a cura di Home Movies. L’Archivio Nazionale del Film di Famiglia continua a cercare e scoprire espressioni inedite e originali nella produzione di film indipendenti e in formato ridotto. In quest’ottica, la manifestazione annuale Archivio Aperto con la collaborazione di Xing, dedica a Gianfranco Brebbia, cineasta sperimentale appartenente alla CCI Cooperativa Cinema Indipendente, un omaggio al suo percorso di sperimentatore visivo.

L’archivio di Gianfranco Brebbia è stata una recente e sorprendente scoperta. L’autore ha lavorato in Doppio8 e Super8 tra gli anni ’60 e i ’70, da cineasta indipendente, ai margini di una scena italiana underground. Nei suoi film, flussi visivi rapidissimi e ipercromatici si alternano a doppie esposizioni e riprese liriche sul paesaggio e la natura, alla ricerca delle potenzialità espressive del mezzo. La vocazione intimamente documentaristica e fortemente memoriale della pratica cinematografica lo porta anche a sperimentare la proiezione espansa. Home Movies, in linea con un percorso di riscoperta e valorizzazione filologica ambisce a riproporre il modello performativo dell’epoca, proiettando l’insieme di bobine associate al progetto Idea assurda per un filmaker, e integrando anche i nastri magnetici da 1/4” che l’autore abbinava ad alcuni film.

Alla serata parteciperà Giovanna Brebbia, figlia dell’autore e testimone d’eccezione del lavoro del padre.

27 novembre, ore 22 – Bologna, Raum, via Ca’ Selvatica 4/d – info: 051 331099, xing.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here