Cover nuova guida MICIl Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza dopo otto anni – l’ultima era stata pubblicata nel 2008 –  rinnova la guida alle sue collezioni.

Realizzata grazie al contributo di Caviro ed edita da EMIL edizioni, la guida è a cura della direttrice Claudia Casali e della conservatrice Valentina Mazzotti.

Interamente a colori, la guida di 192 pagine è stata progettata come uno strumento agile corredato da molte fotografie per permettere una veloce consultazione e con un linguaggio alla portata di tutti.

E’ stata aggiornata con le nuove sezioni e i nuovi riallestimenti, che dal 2011 son ben sei in più (Estremo Oriente, Percorso del Sacro, Pavimenti e Rivestimenti Ceramici, Scultura Internazionale del XX secolo, Sala Europa e Secondo dopoguerra) e con le nuove acquisizioni, per cercare di dare al visitatore un percorso più completo, in modo da essere un vero e proprio strumento di visita alle varie collezioni del museo.

Rispetto all’edizione precedente, sono stati pubblicati tre glossari in più: uno tecnico, uno formale e uno decorativo per permettere al pubblico dei non specialisti di avvicinarsi al linguaggio – tecnico e non sempre  facile – dei ceramologi.

Particolare non trascurabile è che, finalmente, il testo sarà bilingue, con una versione in italiano e una in inglese in modo da essere di ausilio ai sempre più numerosi visitatori internazionali del Museo.

“La nuova guida è stata pensata per un pubblico vasto e di non addetti ai lavori. – spiega Claudia Casali, direttrice del MIC – Essa è stata realizzata grazie al contributo del nostro Comitato Scientifico allargato, ovvero coinvolgendo i tanti studiosi che curano le nostre sezioni particolari. È un risultato importante dal punto di vista scientifico e divulgativo, di cui siamo molto orgogliosi. Finalmente il MIC ha un prodotto editoriale bilingue che lo rappresenta in toto, dando ampio spazio alle raccolte e alle opere più significative. Un vero biglietto da visita che non passa inosservato”.

“Il saper fare e la costruzione della qualità passano anche dall’attenzione e dall’integrazione con il proprio territorio: facendo squadra si cresce insieme. – aggiunge Sergio Dagnino, direttore generale Caviro Sca – Per questo Caviro lavora fianco a fianco con istituzioni, associazioni e realtà territoriali nel comune intento di promuovere e valorizzare le eccellenze locali. In questo percorso di sviluppo concertato un ruolo importante spetta alla collaborazione con il MIC che da anni si rinnova con l’obiettivo di supportare le attività e i progetti del Museo, tra cui quello dell’edizione 2016 della Guida Ragionata”.

 

Guida al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, a cura di Claudia Casali e Valentina Mazzotti, EMIL edizioni, 2016. Pagine 192, Costo euro 18

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here