Patres (2)

,

«Patres parla dei padri e della loro collocazione in questo momento storico: orfani di padri maestri, padri politici, padri spirituali. Goethe dice che l’eredità sta in un movimento di riconquista, vero erede è un orfano a cui nessuno garantirà nulla. E dunque ereditiamo il niente, ma non proveniamo dal niente, occorre quindi recuperare il nostro scarto col passato»: Saverio Tavano introduce il fortunato spettacolo in scena al Centro Sociale di Poggio Torriana (RN).

«Un giovane Telemaco di Calabria» aggiunge il regista della Compagnia calabrese Scenari Visibili «attende da anni il ritorno di suo padre, paralizzato dall’attesa, davanti all’orizzonte che può solo immaginare dal buio della sua cecità. Attende su una spiaggia bagnata dal Mar Tirreno, mette le mani avanti per vedere l’orizzonte, si rivolge verso il mare e aspetta che questo padre ritorni. È il mare che scandisce e accompagna la vita di questo figlio incapace di vedere come di andare, in attesa di un padre che invece non è in grado di restare/tornare a casa, in una terra a volte ostile. Un “Patres” che lega il figlio ad una corda perché altrimenti potrebbe perdersi, incapace di stargli accanto, non ritrova il coraggio della testimonianza e la forza della trasmissione. Telemaco dalla lunga attesa, non aspetta un Godot, aspetta realmente qualcuno. E l’attesa  è dinamica, come un’erranza, un rischio».

.

Patres (3)

.

Lo spettacolo Patres, vincitore del Premio contro le mafie del MEI 2014, del secondo premio al Festival Teatrale di Resistenza Museo Cervi (RE) e del titolo di Miglior spettacolo del Festival Inventaria 2014 del Teatro dell’Orologio (Roma), sarà presentato nell’ambito della rassegna Mentre Vivevo, a cura di quotidiana.com e La Mulnela.

Al termine è in programma un incontro fra artisti e pubblico, allo scopo di svelare alcuni retroscena e meccanismi del lavoro.

A seguire sarà offerto un aperitivo.

Nutriamo non solo la mente: per non dimenticare che la crisi non è affatto alle nostre spalle i curatori della rassegna hanno deciso di fare un dono agli spettatori. Domenica 24 aprile uno dei biglietti emessi nei vari appuntamenti, estratto a sorte, si aggiudicherà un buono spesa del valore di trecento euro da spendere presso un supermercato Coop.

,

31 gennaio, ore 17 – Poggio Torriana (RN), Centro Sociale, Via Costa del  Macello 10 (traversa di Via Santarcangiolese all’altezza del civico 4603) – ingresso unico 7 € – info e prenotazioni: 347 9353371, quotidiana@alice.it

.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here