Fabio Mazzotti, Ti racconto la Shoah (2)

.

«Witz: “arguta storiella ebraica”, momento di riscatto dalla miseria in cui l’uomo è stato gettato da un altro uomo. La comicità come riparo dallo sconforto. Esempi della funzione sdrammatizzante del witz sono arrivati dal centro stesso dell’orrore. Non è blasfemo per chi ne ha passate di ogni sorta, giocare a ridere»: Fabio Mazzotti, autore e interprete di Ti racconto la Shoah, introduce lo spettacolo che sarà presentato in prima assoluta al Centro Sociale di Poggio Torriana (RN).

Il lavoro è suddiviso in tre quadri.

Nel primo l’autore prende a spunto la proverbiale autoironia degli ebrei e amplifica grottescamente la stolta retorica nazista, ne accentua parodisticamente il delirio ideologico senza perdere di vista il significato e la reale drammaticità dei fatti.

Nel secondo quadro, a fare da contrappunto, è lo smarrimento e l’incredulità di un popolo che apprende con sgomento che la politica persecutoria nazista stava precipitando nell’orrore più efferato della storia.

Nel terzo si sprofonda nella vita quotidiana dei campi di sterminio.

Anche attraverso lo strumento della satira e della parodia, Fabio Mazzotti traccia un impietoso ritratto dei criminali nazisti «e di una follia assoluta e infallibile che si è propagata all’ombra dell’umano».

Al termine sarà offerto un aperitivo.

Nutriamo non solo la mente: per non dimenticare che la crisi non è affatto alle nostre spalle, quotidiana.com e La Mulnela, curatori della rassegna Mentre Vivevo in cui lo spettacolo è inserito, hanno deciso di fare un dono agli spettatori. Domenica 24 aprile uno dei biglietti emessi nei vari appuntamenti, estratto a sorte, si aggiudicherà un buono spesa del valore di trecento euro da spendere presso un supermercato Coop.

,

24 gennaio, ore 17 – Poggio Torriana (RN), Centro Sociale, Via Costa del  Macello 10 (traversa di Via Santarcangiolese all’altezza del civico 4603) – ingresso unico 7 €. Info e prenotazioni: 347 9353371, quotidiana@alice.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here