Miriam Prandi 2

.

Miriam Prandi, giovane artista già in carriera, allieva di Antonio Meneses e di Natalia Gutman, presenta un programma per violoncello solo di particolare impegno, suddiviso tra Novecento e Settecento: Sonate per violoncello di Ligeti e Hindemith e la Suite n.3 di Bach, uno dei vertici della letteratura violoncellistica che si apre con un meraviglioso Preludio nella solare tonalità di do maggiore. Ligeti, uno dei maggiori compositori del secondo Novecento, nella Sonata per violoncello solo (1948/1953) ricerca una espressività diretta rispetto ai canoni geometrici della Nuova Musica, cui pure appartiene; la Sonata op.25 n.3 di Hindemith, composta nel 1923, rispecchia la cultura della “nuova oggettività”.  

L’edizione 2016 della rassegna Talenti, come sempre contraddistinta dalla qualità degli artisti e da una particolare attenzione ai programmi, per lo più non tradizionali, propone artisti della nuova generazione già in carriera o agli esordi. Tra il 30 marzo e il 9 giugno, all’Oratorio San Filippo Neri, si esibiranno la violoncellista Miriam Prandi, il Quatuor Hermès e la violinista Laura Marzadori, oltre a due giovani esordienti di talento, il pianista Alberto Ferro, vincitore del Premio Venezia, e il diciassettenne Lorenzo Bagnati, uno dei più brillanti pianisti usciti dal Conservatorio di Venezia.

 .

30 marzo, ore 20.30 – Bologna, Oratorio San Filippo Neri – info: 051 6493397, bolognafestival.it

.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here