volantini

Vi sarà sicuramente capitato di uscire da una fiera o da una convention e di ritrovarvi le tasche, lo zaino o la borsa traboccanti di volantini e di brochure. La maggior parte delle quali, ovviamente, è presto finita nella spazzatura. Questo ci porta inevitabilmente a riflettere su un paio di questioni: quanto i volantini sono utili a livello pubblicitario? È ancora possibile catturare l’attenzione dei potenziali clienti con questo strumento promozionale così inflazionato? La risposta è sì.
Arte e creatività sono due elementi fondamentali nelle strategie di marketing, soprattutto quando bisogna intervenire utilizzando strumenti pubblicitari connotati da tantissima concorrenza. Ed è proprio in questo senso che la promozione cartacea, per cogliere l’attenzione delle persone e per veicolare un messaggio efficace, dovrebbe essere sempre orientata alla creatività ed unica nel suo genere. In altri termini, la parola d’ordine è: distinguersi dalla massa.

Come? Realizzando una grafica con uno stile innovativo, che possa rappresentare il messaggio del brand ed essere subito compresa dal target di riferimento. E siccome l’arte è innanzitutto personalizzazione secondo un proprio modo di intendere qualcosa, il segreto è riuscire a cogliere un’idea e realizzarla con una grafica accattivante ed essenziale. Da questo punto di vista, il web può dare una grossa mano a realizzare ottimi pieghevoli personalizzati, senza spendere un’enormità. Il tutto grazie a portali web come Pressup, specializzati nella stampa di pieghevoli online di ottima fattura e a costi concorrenziali.

Come in ogni articolo cartaceo, la copertina deve rappresentare la prima preoccupazione di qualsiasi azienda abbia intenzione di creare un pieghevole. Come già detto, ciò che conta davvero è l’idea: prendendo un po’ di dimestichezza con software di foto-ritocco come Photoshop o Gimp, sarete in grado di realizzarla senza per forza ingaggiare un costosissimo esperto. Anche la grafica interna alla brochure dev’essere d’impatto, e ovviamente rappresentare un seguito concettuale e cromatico alla vostra copertina: cercate di limitarvi a 2 o 3 colori principali, senza creare inutili e fastidiosi ‘mappazzoni’. Infine, considerate anche che la grafica del pieghevole dovrà necessariamente adattarsi allo stile ed ai colori del vostro logo, così da rappresentare uniformemente il vostro brand. Per quanto riguarda la quarta di copertina, lasciate un colore di sfondo unico e concentratevi più sulle informazioni testuali: il suo scopo, infatti, è quello di fornire i servizi ed i punti di forza dell’azienda, fondamentali per dare un seguito concreto all’impostazione grafica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here