Cinque artisti e una città. Mantova, eletta Capitale Italiana della Cultura 2016, riscopre l’arte contemporanea come veicolo per promuovere la propria storia e la propria cultura ospitando tra le tante iniziate, “Un sogno fatto a Mantova”, articolato progetto espositivo in due tempi ideato da Cristiana Collu, direttrice della Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma e membro del Comitato Internazionale di Arte e Cultura di Palazzo Te. Tra gli splendidi palazzi del capoluogo lombardo, un percorso fatto di scultura, installazioni e interventi video ci porta a riscoprire la grandezza della storia mantovana e a riflettere sulle grandi domande esistenziali, sul realismo e sui sogni dell’arte contemporanea. Protagonisti di questa prima tappa inaugurata sabato 11 giugno sono Alberto  Giacometti,  Antony  Gormley,  Hans  Op  de Beeck, Davide Rivalta a Palazzo Te; Grazia Toderi al Teatro Bibiena e ancora Davide Rivalta a Palazzo D’Arco. Fino al 12 novembre.

 

Un sogno fatto a Mantova - Palazzo Te, Opera di Rivalta (4)

 

 

LEONARDO REGANO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here