La rassegna “A quattro mani con maestri della ristorazione” fa tappa a Milano Marittima e si sposa con la birra dedicata a Fellini

 

piatto1Prendete due chef di alto livello ed una birra ispirata al maestro Fellini e tenuta a battesimo da Tonino Guerra. Ciò che si ottiene è una serata in cui il gusto rimane costantemente in equilibrio all’interno dell’elegante cornice del MarePineta Resort di Milano Marittima. Martedì 14 giugno infatti, si è svolta la seconda tappa di “A quattro mani con maestri della ristorazione“, rassegna gourmant che vede protagonisti ad ogni appuntamento due firme del Charming Italian Chef, associazione che dal 2009 riunisce un centinaio di grandi professionisti e oltre cinquanta stelle Michelin.

A Mi.Ma. a manipolare sapientemente le materie prime sono stati Carmine Nozzolino (residente chef) e Donato Episcopo (guest) creando un menù attorno ai complessi ed affascinanti prodotti del birrificio Amarcord di Rimini.

Nonostante il ricco curriculum dei due maestri di cucina – basta dire che Episcopo vanta addirittura un’esperienza col tristellato Heinz Beck – non era facile far sposare un intero menù con i prodotti del birrificio, tanto intensi e caparbi quanto la Rimini descritta dal maestro Fellini.

 

Amarcord

E’ il film attraverso cui Fellini celebra i suoi ricordi ma anche una locuzione romagnola che esprime un concetto complesso e profondo. Ed è proprio sospinti dai ricordi delle tradizioni che nel 1997 un gruppo di amici ha fondato il birrificio che ad oggi produce 300 ettolitri di nettare in continua evoluzione e ricerca in termini di qualità, materie prime, ma anche di marchio.

E’ stato uno dei più grandi mastri birrai di tutti i tempi, Garret Oliver, a firmare la birra dedicata ai 90 anni di Tonino Guerra – la Riserva Speciale – ovvero un prodotto creato con miele, frutti dimenticati come visciole e prugnole e rifermentata in bottiglia con lievito di Champagne. 10 gradi di titolo alcolometrico sapientemente celati da una beva fresca e invitante. Tonino, prima di disegnare l’etichetta, ha detto che “l’è bona”… vedete voi.

E a proposito di etichette è Milton Glaser – ideatore dell celeberrimo logo “I love NY” – a firmare quelle della linea “Ama”: bionda, bruna e mora.

Degne di nota anche la linea dedicata ai personaggi femminili felliniani per eccellenza: la “beverina” Gradisca, la “rassicurante” Midòna, l’ “intrigante” Volpina e la “generosa” Tabachèra.

Birrificio-Amarcord-450x360

I piatti della serata

Episcopo esordisce con i Cannoli croccanti di mais giallo di Marano, fonduta fredda di Montasio mezzano, purea grezza di broccoletto di Bassano, alici salate da noi e tagliatelle di seppia. Un piatto complesso ma al contempo un entrèe capace di lasciare una bocca di assoluta freschezza.

Nozzolino invece osa con Calamaretto, ricotta di pecora e pomodoro. Piatto delicato come il cefalopode reso presente dalle macchie di colore e sapore costituite dalla riduzione fumèe del pomodoro.

Intriganti i Passatelli in brodo con Gallinella di mare di Nozzolino a cui ha fatto eco la potenza del Risotto di riso Carnaroli Riserva San Massimo al concentrato di pomodoro datterino e provolone Del Monaco, spada al fumo di ulivo, battuto di melanzane e mentuccia cucinato da Episcopo.

E’ lo stesso chef ad assemblare il Carrè di maialino “in rosa”, cipolla di tropea sotto cenere, composta di mele e rosmarino mentre tocca al maestro del MarePineta concludere la serata con il Baba alla griglia accompagnato da gelato al tabacco e visciole, molto apprezzato in sala dai fumatori.

gelatotab

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here