Uno scatto della scorsa edizione 3
Mancano pochi giorni Argillà Italia: il weekend dedicato alla ceramica europea che, dal 2 al 4 settembre, porta a Faenza ben 250 ceramisti da tutta Europa in un vero e proprio festival internazionale dedicato alle espressioni artistiche e di design contemporanee.

E per questa edizione la città ha risposto con una partecipazione straordinaria a dimostrazione della sincera vocazione ceramica e artistica del territorio. Saranno, infatti, ben più di 70 le mostre organizzate negli studi d’artista, nelle botteghe, cortili e giardini del centro storico.

Un circuito spontaneo di eventi che, al di là delle mostre organizzate dai musei e dalle istituzioni pubbliche, condurrà il pubblico a spasso tra inaugurazioni e concerti in spazi e laboratori privati per conoscere la fervente identità artistica di Faenza e allo stesso tempo l per curiosare tra le sue architetture nascoste.

Un’apoteosi di eventi che vedrà coinvolti Ceramic&Colours con la mostra del “Ceramic&Colours Award 2016” nel Salone delle Bandiere della Residenza Municipale; “Tramonti in centro” una selezione di opere di Guerrino Tramonti presso Caffè Nove100; le riviste D’A e La Ceramica Moderna & Antica, con la mostra “Primedicopertina 14/16” dedicata alle opere pubblicate nelle copertine delle due riviste da Argillà 2014 ad Argillà 2016, che sarà allestita nella Pinacoteca Comunale (nell’ambito della mostra, ci sarà anche il consueto Caffè con La Ceramica Moderna & Antica, incontro tra chi legge la rivista e chi la scrive, e la consegna delle medaglie ricordo agli autori presenti in mostra); sempre in Pinacoteca Comunale, la mostra “In Campana” dedicata alla poetica di Dino Campana con le opere degli allievi di Guido Mariani; il Liceo Ballardini, con un’apertura straordinaria del M.I.S.A. (Museo dell’Istituto Statale d’Arte) e attività espositiva della scuola; il MUST – Museo del Settore Territorio, visite guidate alla collezione d’arte e ceramica contemporanea; “Frammentazione”, installazione di Rita De Nigris allo Studio Calycanthus; le associazioni Keramos e CIE – Ceramica in Espansione con il progetto “Cube – Compressi”; “Antò – Antonia Campi e Antonella Ravagli 2011-2015” e “Attilio Quintili con “Off-white / Bianco sporco”, due mostre a cura di Anty Pansera a Palazzo Muky; “Freestyle” mostra di Antonietta Mazzotti, a cura di Anty Pansera; Silvio Cattani; “Lux” mostra di Antonella Cimatti; “Non toccare la mia pelle”, mostra di Elisa Confortini; “Parole/Cibo/Ceramica” progetto espositivo a cura di Studio Nibe; “Fragilità, il tuo nome è donna”, una mostra alla scoperta della creatività artigiana al femminile, a cura di Confartigianato Vicenza, ViArt e Associazione Pandora Artiste-Ceramiste; “SoLunaVita – perché la vita è una sola”: mostra-vendita di beneficenza dei manufatti realizzati dai bambini dell’Associazione Segno Onlus di Montefiore Conca insieme al Maestro Ceramista Giò Urbinati; Mirco Denicolò con la mostra “I carpentieri che costruirono la casa dell’Angelo” alla Bottega Bertaccini – Libri e Arte in Faenza; “Il solco di Tages” mostra di Carlo Pizzichini allo Studio Battaglia di Enrico Versari; “MOG.MO- EXOTICO” un progetto espositivo di Mirta Morigi e Monica Grycko; “Le Raffaellesche di Giovanni Pretolani” un omaggio al maestro decoratore faentino; “Free D Exhibit” mostra dedicata alle opere realizzate durante il workshop di stampa 3d in argilla “Free D Porcelain”; “Drop’n’Draw” mostra con opere di Cristina D’Alberto e Daniel Wetzelberger alla Casa del Disco; “Bianco, Arancio e Verde” mostra di Giovanni Cimatti; il Museo Bendandi con la mostra “Una tazzina fra le stelle”; Gianfranco Morini alla Galleria Ronchini che presenta l’installazione “L’albero dei prosciutti”; “Keep it unreal – The ceramic Movie” una serie di animazioni digitali collegate in un cortometraggio con protagoniste le ceramiche di Luce Raggi in movimento; la Taberna del Paggio, con una parziale riproduzione del pavimento della Cappella Vaselli di S. Petronio a Bologna, allestita sul soffitto; Lorena Cabal Lopez, Andrea Kotliarsky e Mariapia Gambino con “Cramicando” in mostra ad Arredando; “4 Frammenti” presentazione delle opere vincitrici al Concorso Giovani Artisti della Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza; “Il MIC alla BCC”: la Sala BCC Città e Cultura effettua un’apertura straordinaria con possibilità di visite guidate; Fiorenza Pancino apre il suo studio al pubblico con la mostra “Galleria temporanea”; Aya Sakamoto con “Kataci” in mostra alla Bottega Lega; “Fatti spinosi” di Laura Rebagliati alla Bottega Gino Geminiani che propone tre eventi: la relazione “Collezione tazze cerimonia del tè” di Amudha Rinaldi Ceroni, la dimostrazione e lavorazione con stampante 3D a cura dell’architetto Bruno de Masi e la presentazione di “Emozioni Ceramiche” a cura di Ente Ceramica Faenza, Extra Class Italia e GMT;  “Gioielli di natura” di Roberta Sama da FM Bistrò Mezza Dose; “Atelier Flora e Fauna” di Heriz Bhody Anam e Kry al Clan Destino; “Small City – Big Stories” progetto di visual journalism con proiezione al MIC; “Ciotole d’autore” raccolta delle ciotole dei partecipanti ad Argillà per un’asta di beneficenza a cura di Ente Ceramica Faenza; una serie di visite guidate e laboratori a Palazzo Milzetti; la conferenza “La ceramica che dipende dalla dipendenze” di Maria Cristina Sintoni  al Liceo Ballardini; “I volti della Misericordia” mostra di Ceramiche d’Arte Sacra, con il Patrocinio della Diocesi di Faenza-Modigliana e infine “Planetarium Scultura Ceramica Contemporanea” a cura di Vittorio Amedeo Sacco al Museo del Risorgimento a Palazzo Laderchi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here