Palazzo Grossi, sede del festival
Palazzo Grossi, sede del festival
Palazzo Grossi, sede del festival

Torna a Castiglione di Ravenna il 5 e il 6 agosto il tradizionale Corposamente Festival: teatro, danza, musica, videomapping e buon cibo nel giardino di Palazzo Grossi.

Le grandi novità dell’edizione 2016 di Corposamente Festival – diretto da Andrea Bernabini e Panda Project – sono il concorso europeo di videomapping, le proiezioni architetturali ormai molto note a Ravenna grazie proprio al lavoro di Bernabini e del suo Neo Vusual Project, e una inedita collaborazione con TNT (Spagna) e Passage (Danimarca) festival. Un ampliamento di sguardo rivolto all’Europa che si inserisce nel solco che il festival percorre da diverso tempo: artisti locali e internazionali e proposte sempre legate al territorio o create ad hoc per Palazzo Grossi.

Lo scorso inverno è stata lanciata una call pubblica diretta agli artisti under 35 che, in Europa, lavorano sul videomapping. Tra tutti i partecipanti sarà selezionata una rosa di 5 artisti il cui lavoro verrà mostrato nelle serate del festival. L’ultima sera del festival l’artista (o il gruppo) vincitore verrà premiato da una giuria internazionale di professionisti presieduta da Andrea Bernabini, con un assegno di 1000€.

Il concorso è sostenuto da Immagini e Suoni di Bologna uno dei più importanti service tecnici in campo audio, video e luci e in collaborazione con Neo Visual Project di Ravenna che si occupa di videomapping 3D in Italia e all’estero, ed è uno dei pochissimi premi per giovani emergenti in Europa dedicati al linguaggio del videomapping.

Venerdì 5 agosto alle 21 Trattato di economia: un danzatore e un attore in un “coreocabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza” di e con Roberto Castello e Andrea Cosentino. Un progetto performativo tra parola e gesto che si interroga sul denaro, sul suo valore, sulla sua invadente onnipresenza e sulla sua sostanziale mancanza di rapporto con la realtà.

A seguire El Otro, dove un matematico e un fisico danzano raccontando, per l’occasione, la romagna, suoi panorami noti e le sue zone d’ombra.

Sabato 6 agosto alle 21, anche a Castiglione di Ravenna si festeggiano i 400 anni dalla morte di Shakespeare con Mac & Beth, una rivisitazione del celebre dramma in chiave punk con Astorri e Tintinelli.

A seguire l’attesissimo Rubbish rabbit di Tony Clifton Circus. Un frenetico gioco in cui parole e azioni si susseguono in una corsa a perdifiato, per lo spettatore una carrellata implacabile di risate e tensione.

Nelle due serata, dalle 19 è possibile cenare nel parco di Palazzo Grossi con proposte culinarie a cura di Cinemadivino.

Immancabile la musica di qualità a Corposamente che, quest’anno, ospita entrambe le sere gli interventi jazz dell’Ettore Martin Trio: Ettore Martin (sax tenore), Franco Dal Monego (batteria), Giulio Campagnolo (organo).

“Il team creativo di Corposamente – dichiara la co-direttrice Delia Trice – procede nel cammino per dare maggiore visibilità al festival in Europa. Aggiunge due gemellaggi importanti: attraverso call4one, un volontario di Corposamente seguirà lo svolgimento di Passage Festival a Helsingør (Danimarca) e attraverso la presenza di Pep Pla, direttore artistico di TNT Festival (Spagna), agevolerà lo scambio e la conoscenza di artisti locali”.

Corposamente Festival 2016 è un evento promosso e finanziato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, ospitato e voluto dalla Seconda Circoscrizione del Comune di Ravenna, con il supporto e aiuto di Catia Gelosi, Mino Magnani e Adriana Babini referenti per la comunità di Castiglione di Ravenna e principali promotori del recupero del parco e di Palazzo Grossi.

Biglietto di ingresso a una sera 10€, per le due sere 15€, acquistabili direttamente la sera stessa. I bambini fino a 12 anni non pagano.
Info: corposamentefestival.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here