Danila Tkachenko
Danila Tkachenko
Danila Tkachenko, Restricted Areas, 2015

Proseguono gli appuntamenti di SIFEST25. Conclusa i tre giorni del festival, restano visibili le 18 mostre nei fine settimana del 17, 18 e 24, 25 settembre con due appuntamenti da mettere in agenda: il primo è  l’incontro con Danila Tkachenko (domenica 18 settembre, Monte di Pietà, via Monte di Pietà, 1 – ore 16). Il giovane autore moscovita, vincitore nel 2014 del  premio World Press Photo con il progetto Escape, nel marzo 2015 porta a compimento Restricted Areas, che riceve numerosi premi tra cui il European Publisher Award for Photography. Il lavoro è esposto a SIFEST25 fino al 25 settembre.  All’incontro sarà presente Silvia Camporesi per una conversazione con l’autore.

Il secondo appuntamento è per domenica 25 settembre in cui sarà Olivo Barbieri a chiudere la serie degli incontri con l’autore alla Villa La Rotonda (via Castelvecchio, 60, ore 16) dove si svolgerà il finissage alla presenza dell’onorevole Sandro Gozi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Laureato nel 2014 alla Rodchencko School of Photography and Multimedia, Danila Tkachenko (Mosca, 1989) nel marzo 2015 porta a compimento Restricted Areas, il progetto esposto al Sì Fest.

Le fotografie di Restricted Areas compongono la genealogia di questo trascorso, attraverso le immagini di oggetti archetipici, a cui Tkachenko volge uno sguardo analitico che esclude il dettaglio e ricerca una coerenza formale puntuale. Tra il 2013 e il 2015, Tkachenko viaggia attraverso i margini dell’ex Unione Sovietica, dal Kazakistan alla Bulgaria, al Circolo Polare Artico per ritrarre le aree interdette di un futuro post-apocalittico. Grandi strutture dalle sembianze fantascientifiche appaiono nel freddo silenzio che le circonda, segni e rovine di un progresso interrotto e di un futuro irrealizzato giacciono su un fondo bianco.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here