whatsapp-image-201607138

Pratiche virtuose messe in rete, intuizioni e soprattutto persone che si confrontano. Su queste parole chiave si struttura il festival che vede ospitare a Forlì ed in altre parti della Romagna anime sociali, operatori culturali ed artisti che si distinguono per valorizzare culture e modi di vivere eticamente sostenibili, rispettosi del bene comune e della diversità senza paura di mettersi in relazione.

Etica, sostenibilità e innovazione, il tutto con leggerezza. Da 24 settembre al 2 ottobre un calendario fitto di incontri, stages, e spettacoli, che partiranno con la Notte Verde e termineranno con l’inaugurazione nella Chiesa di San Giacomo della mostra Genesi dell’ormai consacrato mito della fotografia Sebastião Salgado. Un calendario di appuntamenti difficile da riassumere e che mescola volti noti, operatori da scoprire, impegno, concretezza e divertimento.

Si inizia sabato 24 settembre, in occasione dei 50 anni di Romagna Acque, con un dibattito condotto da Massimo Cirri sui temi legati all’acqua, dall’accesso sostenibile globale alla riduzione degli sprechi e alla sera Notte Verde dei bambini con spettacolo della Banda Osiris. Domenica 25 apertura ufficiale e spettacolo serale di Ascanio Celestini, lunedì 25 si parlerà di lavoro, economia e futuro senza paura di passare da opposti come il ministro Poletti e lo scrittore Erri De Luca, il martedì sarà dedicato agli ambienti; segnaliamo l’incontro alle 18 Reuse, Reduce, Recycle, racconti di un’Italia capace di recuperare tempo trasformandolo in futuro condotto da Luca De Biase.

Mercoledì focus sulla Romagna come territorio capace di tutela e sviluppo. Giovedì dedicato ai temi delle migrazioni con dibattiti, eventi per le scuole e lo spettacolo di e con Lella Costa e Marco Baliani. Venerdì è destinato alla scienza con la Notte Europea dei Ricercatori e alle Opportunità con incontri guidati da Serena Dandini e dalla blogger Wondy. Sabato 1 ruota sul tema della legalità con la lectio magistralis di Don Luigi Ciotti. Alla sera spettacoli per tutti gusti: da Carla Fracci a Gene Gnocchi. Domenica epilogo con Gianni Riotta che intervista l’economista premio Nobel Joseph Stiglitz.

Anche quest’anno l’obbiettivo è promuovere un luogo dove attraverso il sapere si costruiscano percorsi di sviluppo consapevole, dove alla tecnologia che migliora la vita si affianca la necessità di non lasciare indietro nessuno. E anche Gagarin, nel suo piccolo sarà orgoglioso di far parte di questa comunità avanzata: toccherà a noi il 30 settembre condurre una serata con alcune delle realtà locali che meglio sanno coniugare questi temi etici: Associazione Primola di Cotignola, Comitato Brisighella Bene Comune, Regnoli 41, Santarcagelo dei Teatri e Cisim di Lido Adriano. Vi aspettiamo.

Dal 24 settembre 2 ottobre

SETTIMANA DEL BUON VIVERE E NOTTE VERDE

Forlì, luoghi vari

Info: settimanadelbuonvivere.it


Via Granarolo, 99

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here