piazzagrandelezionegalimberti_fotobaracchiecampanini35

Esplicitamente ispirato dall’anno delle Olimpiadi (di Rio), il tema del FestivalFilosofia 2016 di Modena, Carpi e Sassuolo è: AGONISMO. Un tema quanto mai intrigante soprattutto se letto nella sua accezione più ampia, cioè non solo sportiva. Poiché di competizione, concorrenza, lotta, conflittualità, vittorie e sconfitte, gioco è pieno ogni aspetto della nostra vita. Un tema, quindi, affrontabile ad ampio raggio e che verrà scandagliato in profondità nelle 44 lezioni magistrali che, assieme alle nove «lezioni dei classici» (rivolte principalmente a studenti e docenti), costituiscono l’ossatura di questa affascinante manifestazione, in programma dal 16 al 18 settembre.
Come sempre, sui palchi allestiti nelle piazze centrali delle tre città si alterneranno intellettuali di prima grandezza, protagonisti del pensiero contemporaneo (italiano e internazionale) in ogni sua sfaccettatura, come Emanuele Severino, Zygmunt Bauman, Massimo Recalcati, Marc Augé, Umberto Galimberti, Jean-Luc Nancy, Remo Bodei, Peter Sloterdijk, Carlo Sini, Michela Marzano, Massimo Cacciari, Gustavo Zagrebelsky, Federico Rampini, Alessandro Bergonzoni, Umberto Curi, Julio Velasco, Roberta de Monticelli, Enzo Bianchi, Stefano Rodotà… (solo per citarne alcuni).
53 conferenze concentrate in soli 3 giorni sono davvero molte, sia pur distribuite in tre città diverse, tant’è che, da qualche anno a questa parte, l’organizzazione ha esteso il programma delle lezioni anche alla sera (momento tradizionalmente deputato agli spettacoli). Ma è proprio questa vastità d’offerta e la sua contemporaneità (che ti obbliga a fare scelte spesso gravose e ad affannosi spostamenti da una città all’altra) a fare del FestivalFilosofia un evento per certi versi inebriante per chi ha sete di conoscenza. Una sorta di ebbrezza alimentata da un’atmosfera quanto mai pervasiva e performante grazie anche alle oltre 20 mostre e installazioni distribuite in ogni dove, alle bancarelle dei libri filosofici, ai reading, ai laboratori, agli spettacoli teatrali, ai concerti, alle proiezioni cinematografiche, alle attività per ragazzi e all’originale «menù filosofico» appositamente elaborato (come sempre) dal filosofo e appassionato gourmet Tullio Gregory sul tema della rassegna, menù che viene proposto in tantissimi ristoranti, osterie, pub, caffè di Modena, Carpi e Sassuolo.
Ed è probabilmente l’insieme di tutte queste iniziative (quasi 200 complessivamente e tutte gratuite) a spiegare lo straordinario successo di pubblico di questa rassegna che, nell’edizione del 2015, ha varcato la soglia delle 200mila presenze. Un successo che, di anno in anno, continua a crescere.

ANGELO FARINA

da venerdì 16 a domenica 18 settembre
FESTIVALFILOSOFIA 2016: AGONISMO
Modena, Carpi e Sassuolo (MO), luoghi vari
Apertura mostre ore 9, inizio lezioni ore 10
Info: festivalfilosofia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here