Tre grandi nomi per promuovere l’arte contemporanea in Romagna. Succede a Cesena, dove domenica scorsa alla Galleria Comunale d’Arte del Palazzo del Ridotto è stata inaugurata la mostra Biomorfismi che si presenta come un dialogo a tre voci tra Piero Gilardi, Mattia Moreni e Francesco Bocchini. Tre artisti, tre maestri del contemporaneo, dai linguaggi espressivi completamente divergenti, riuniti dalla curatrice Marisa Zattini nella scelta di raccontare la conflittualità del rapporto Uomo/Natura e di far riflettere sull’eticità del comportamento umano. Una riflessione particolarmente cara al torinese Gilardi, l’autore dei celebri Tappeti Natura, che ha da poco pubblicato un libro che raccoglie quarant’anni di scritti e riflessioni proprio sul rapporto tra naturale e artificiale dal titolo “La mia biopolitica”, edito da Prearo Editore.  Mattia Moreni nelle sue opere ci ha presentato una natura sensuale e sensuosa, dove alberi, angurie e vegetali si trasformano in “smisurati feticci” per stimolare il nostro apparato sensoriale-intellettuale. Infine, Francesco Bocchini, il trait-d’union con il territorio in quanto cesenate di nascita, è presente in mostra con le sue delicate e poetiche sculture, fatte da assemblaggi di lamine di ferro colorate, che ci proiettano in un biomorfismo al limite tra il fiabesco e la vivacità dell’estetica pop. La mostra sarà visitabile fino a domenica 6 novembre.

 

LEONARDO REGANO

gilardi_ogm-free_1

 

9 ottobre – 6 novembre 2016

Cesena, Galleria Comunale d’Arte, Palazzo del Ridotto

Orari: dal martedì alla domenica 16.30 – 19.30; mercoledì, sabato e domenica 10.30 – 12,30

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here