cacao-1Cisim Concerti presenta, al Lido Adriano (RA), questa sera, venerdì 7 ottobre, il prequel della stagione 2016/17, con il primo appuntamento della quarta edizione della rassegna musicale Deve Ancora Venire.

Nata da un’idea di Lanfranco “Moder” Vicari, direttore artistico del Cisim, e del musicista Francesco Giampaoli, ogni anno propone, sul palco del Cisim, concerti di cantautori italiani che presentano al pubblico i loro progetti.

La rassegna si apre con la presentazione in anteprima nazionale del nuovo disco “Astral” del duo ravennate CACAO, composto da Matteo Pozzi e Diego Pasini, rispettivamente chitarra e basso e membri del gruppo Actionmen.

In Astral, che uscirà per l’etichetta indipendente Brutture Moderne, l’intento primario dei musicisti è di esplorare nuovi orizzonti sonori e delineare un trait d’union che sintetizzi le loro varie influenze musicali.

La sfida degli strumenti di legno sta nell’emulare ed umanizzare il suono digitale, tessendo chiaroscuri sonori, a volte più tetri altri più giocosi, che si mischiano dando forma ad una danza organica che coinvolge lo spettatore.

Il loro è un disco emotivo che parla di un forte legame di amicizia, del volersi approcciare alla musica senza pre giudizi di genere; da qui il titolo che richiama un concetto trasversale, sia cosmico che astratto.

In apertura ci sarà il duo Above the Tree & E-Side, composto da Marco Bernacchia, musicista e artista visuale, Matteo Sideri, batterista e compositore elettronico, membro della band Ronin.

Il progetto si presenta come sperimentazione e mistificazione sonora: gli artisti trovano nella musica uno sfogo personale, svincolato da inevitabili costrizioni e compromessi che qualsiasi band presuppone.

Durante la serata selezioni musicali a cura di Bourgez.

All’ingresso la mostra fotografica “Ballarò” di Valentina Donatini.

 

Ingresso gratuito con tessera ENTES 2016/17

 

Lido Adriatico (RA), venerdì 7 ottobre, info: www.ccisim.it

 

SILVIA MERGIOTTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here