SPETTACOLI BRESCIA TEATRO SOCIALE CENTRO TETRALE BRESCIANO MACBETH NELLA FOTO SCENA FRANCO BRANCIAROLI 7/06/2016 REPORTER FAVRETTO
SPETTACOLI BRESCIA TEATRO SOCIALE CENTRO TETRALE BRESCIANO MACBETH NELLA FOTO SCENA FRANCO BRANCIAROLI 7/06/2016 REPORTER FAVRETTO
MACBETH NELLA FOTO FRANCO BRANCIAROLI, REPORTER FAVRETTO

Varietà e qualità, ricchezza di proposte, respiro internazionale e grandi nomi della prosa, della danza e della comicità contemporanea il Teatro della Regina di Cattolica diretto da Simonetta Salvetti riprende la programmazione.

Tredici le date in programma dal 27 ottobre 2016 al 9 aprile 2017, di cui 6 appuntamenti di prosa, 3 con la storica rassegna di danza, altrettanti titoli alla ribalta del comico e uno all’insegna della miglior musica. Comune denominatore delle proposte in calendario la presenza di protagonisti di primo livello che spaziano sia sulla scena internazionale, come il violinista Ara Malikian, l’innovatrice compagnia di Familie Flöz, l’amatissimo Les Ballets Trockadero de Monte Carlo, che nazionale quali Franco Branciaroli, Massimo Ghini, Silvio Orlando, Angela Finocchiaro, Virginia Raffaele.  Grandi nomi dunque, abbinati a contenuti di altrettanto spessore  tra cui anche testi che si collocano – pur nei vari generi – nell’olimpo della classicità quali il Macbeth e lo Schiaccianoci, Filumena Marturano e Il Berretto a sonagli.

La data inaugurale di giovedì 27 ottobre è riservata ad una proposta di danza. Ad aprire la stagione del Teatro della Regina una proposta di danza di caratura internazionale (unica data in Romagna del tour europeo): lo spettacolo di balletto classico en travesti de Les Ballets Trockadero de Monte Carlo. Un corpo di danza di oltre venti ballerini, impeccabili professionisti  che esibiscono, nel pieno rispetto delle regole canoniche, massicci corpi maschili volteggianti sulle punte con la delicatezza di cigni: il divertimento è assicurato sia per il pubblico esperto che per quello meno preparato. La rassegna di danza prevede altri due appuntamenti, il primo a salutare il 2017 all’insegna della più tradizionale e poetica delle proposte, lo Schiaccianoci  portato in scena in un adattamento di Marco Batti dal Balletto di Siena venerdì 20 gennaio; il secondo chiuderà la stagione domenica 9 aprile con i Sonics. La strepitosa compagnia torinese di acrobati, artisti e performer che con i loro spettacoli hanno sorvolato i cieli, le piazze  e i teatri di molte città e località del mondo, presenta a Cattolica il nuovo lavoro dal titolo Toren, un inno interiore al colore, alla felicità e alla speranza.

Ricco e articolato il cartellone di prosa che apre giovedì 10 novembre con Massimo Ghini, interprete e regista di un testo di travolgente comicità di Florian Zeller, uno dei talenti più affermati della nuova drammaturgia francese i cui lavori sono rappresentati nei maggiori paesi d’Europa riscuotendo successo di critica e di pubblico. Affiancano il protagonista Claudio Bigagli, Massimo Ciavarro, Alessandro Giuggioli, Gea Lionello, Galatea Ranzi, Luca Scapparone.  Si prosegue quindi mercoledì 30 novembre con un altro volto di primissimo piano quale Silvio Orlando che presenta Lacci, una storia di Domenico Starnone che racconta di abbandoni e ritorni con la regia di Armando Pugliese e un cast di primo livello formato da Roberto Nobile, Sergio Romano, Maria Laura Rondanini, Vanessa Scalera e Giacomo De Cataldo.  Martedì 20 novembre la stagione teatrale entra nel vivo con Franco Branciaroli in occasione del 400° anniversario della morte del Bardo. L’attore si confronta di nuovo con Macbeth, dopo esserne stato già protagonista nell’edizione diretta da Giancarlo Sepe nel 1994 e dopo aver interpretato altri testi shakespeariani. Di sapore decisamente diverso il testo di Eduardo De Filippo, Filumena Marturano con Mariangela D’Abbraccio e l’allievo prediletto di Eduardo Geppy Gleijeses, in scena al Regina mercoledì 8 febbraio per la regia di Liliana Cavani: un’occasione per vedere la regista al debutto nella prosa. Contemporaneo e sperimentale il lavoro dell’ensemble comico e poetico FAMILIE FLÖZ, nato nel 1994 insieme ad un gruppo di studenti di recitazione e mimo della Folkwang-Hochschule di Essen approdato negli anni al successo internazionale, premiato con diversi riconoscimenti in Sud America, Europa ed Asia. FAMILIE FLÖZ rinuncia all’uso della lingua, nutrendosi esclusivamente di performance visive, maschere, suoni e musica e presenta a Cattolica Infinita, un breve sguardo sui temi perpetui della nascita, del sesso, della morte e tutto ciò che è universalmente comico.  La proposta della prosa si conclude sabato 11 marzo con Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello, in un adattamento di Valter Malosti con Roberta Caronia, Valter Malosti, Paola Pace, Vito Di Bella, Paolo Giangrasso, Cristina Arnone, Roberta Crivelli. La classica commedia pirandelliana in cui  l’umorismo è il mezzo ed il fine  al quale viene asservita la trama.

Si concentra in unico appuntamento di altissima qualità la proposta musicale del cartellone che venerdì 17 marzo ospita Ara Malikian in concerto. Il musicista, uno dei più brillanti ed espressivi violinisti della scena musicale contemporanea, accompagnato dall’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna sotto la direzione di Roberto Polastri, si esibirà in un repertorio di musiche dal barocco al rock che consentirà di ascoltare dal vivo il talento di uno dei pochi violinisti in grado di eseguire da solista opere complete come i 24 capricci di Paganini, le 6 Sonate di Eugene Ysaӱe e le Sonate e Partite di Bach.

Imperdibili, infine, le proposte del comico, a partire da mercoledì 14 dicembre, prima data con Virginia Raffaele in Performance. Scritto dall’artista con Giampiero Solari, Piero Guerrera e Giovanni Todescan e portato sul palcoscenico con la regia di Giampiero Solari, il one-woman show arriva dopo il sold out fatto registrare in tutti i teatri nella stagione del debutto. Non mancheranno le maschere più popolari della Raffaele, da  Ornella  Vanoni e  Belen  Rodriguez,  così come i personaggi liberamente tratti dalla realtà come l’eterna esclusa dai talent show musicali Giorgia Maura o la poetessa transessuale Paula Gilberto Do Mar… spasso garantito in perfetto stile Virginia Raffaele.

Saranno Angela Finocchiaro e Laura Curino insieme al bel cast formato da Ariella Reggio, Carlina Torta, Matilde Facheris, Corinna  Lo Castro, Elsa Bossi,  Marco Brinzi,  Noemi  Parroni  e  Titino  Carrara a dare vita, in carne ed ossa, mercoledì 1 febbraio, alle splendide Calendar Girls di Tim Firth. Il testo teatrale tratto dall’omonimo film con la regia di Nigel Cole (lo stesso di L’erba di Grace), e di cui lo stesso Firth è autore e sceneggiatore, richiede interessanti strategie di regia per riproporre dal vivo le scene in cui il  gruppo di donne fra i 50 e i 60  posa per realizzare un calendario a fini benefici che le ritrae in normali attività domestiche come preparare dolci e composizioni floreali, ma senza vestiti…

Si torna sul classico, ma assai liberamente tratto, con La Divina di Alessandro Fullin il 17 febbraio in cui il comico, reduce dal successo di Piccole Gonne, diverte e si diverte a giocare con La Divina Commedia di Dante Alighieri. Peccato che nel  2009  Papa  Ratzinger  abbia annunciato  al  mondo  che  il  Purgatorio,  come  luogo  fisico,  non  esiste  più e Dante Alighieri debba rassegnarsi a gettare nella stessa bolgia Paolo Malatesta con gli Abba, Farinata degli Uberti con Liz Taylor. In scena con Fullin, Tiziana Catalano, Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Paolo Mazzini, Mario Contenti, Ivan Fornaro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here