Era il 1967. Con l’uscita di “Una Ballata dal Mare Salato” appare un nuovo personaggio nel mondo dei fumetti, destinato presto a entrare nel mito: Corto Maltese. Per la cura di Patrizia Zanotti, Genus Bononiae dedica al Museo della Storia – Palazzo Pepoli una mostra al mitico marinaio avventuriero di Malta e al suo disegnatore, Hugo Pratt. Oltre 400 le opere in mostra che, tra disegni, acquerelli, chine, riviste e rarità, ci raccontano anche di Anna della Giungla (1959), Ernie Pike del 1961, Sg.t Kirk del 1955, e ancora le incredibili tavole e acquerelli di Wheeling e degli Scorpioni del Deserto che ci conducono nell’Etiopia del 1941-1942 e nelle cui storie a personaggi dell’immaginario si sovrappongono personaggi storici.

   Cuore dell’esposizione sono le 164 tavole originali del primo numero di Maltese, la già citata “Una Ballata dal Mare Salato”, ormai un classico per la letteratura disegnata. Mille suggestioni, quindi, per il visitatore, che viaggerà tra le acque dei Mari del Sud fino ai profumi dei vicoli di Samarcanda, in un percorso multisensoriale pensato per gli amanti del fumetto ma non solo. Fino al 19 marzo 2017.  (leonardo regano)

50-anni-di-mito-bologna-locandina-700x441

 

Bologna, Museo della Storia – Palazzo Pepoli, via Castiglione 8

Orari: mar – dom 10.00-19.00; sab. 10.00-20.00;

Info: www.mostrapratt.it; yel. 05119936343

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here