slide-coronaIl Festival internazionale di Fumetto torna a Bologna, entrando subito nel vivo del fittissimo programma.

Giovedì 24 l’inaugurazione della grande monografica dedicata a Marco Corona alla Pinacoteca. Venerdì 25 inaugurazione della mostra di due storici autori del fumetto italiano, Anna Brandoli e Renato Queirolo con L’arcobaleno e il nero, ma anche sguardo al futuro con Prime visioni, presentazione delle tesi di laurea più interessanti degli studenti della Scuola di Fumetto dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Un programma fittissimo di eventi, contaminazioni tra teatro, musica e fumetto, con più di 140 artisti coinvolti, 50 spazi in tutta la città, 17 mostre cui si aggiungono le 22 mostre off: i numeri della decima edizione di BilBOlbul, Festival Internazionale del Fumetto, a Bologna dal 24 al 27 novembre, parlano da soli della straordinarietà di una manifestazione che ha conquistato un posto di primo piano nel panorama culturale internazionale. Un’edizione sulla quale svetta la presenza di Chris Ware e della prima mostra italiana a lui dedicata.

La giornata di giovedì 24 vede tra i suoi protagonisti Marco Corona, disegnatore tra i più originali della scena italiana: alle ore 18.30 l’inaugurazione de Il canguro pugilatore, prima grande retrospettiva a lui dedicata presso la Pinacoteca Nazionale (via Belle Arti, 56), oltre a tanti altri incontri che colorano la giornata.

E ancora, nella giornata di venerdì 25, assieme all’inaugurazione de L’arcobaleno e il nero alle 13.30 anche quella della terza edizione di Prime visioni, mostra che presenta al pubblico e al mondo editoriale alcuni lavori che, nati come tesi di laurea, hanno in realtà statuto di opere pienamente mature e degne di pubblicazione. Il modo migliore per dare visibilità al lavoro della Scuola di Fumetto e Illustrazione e per creare un ponte tra un percorso di formazione artistica all’interno dell’Accademia e la realtà professionale esterna. Quest’anno in mostra i lavori di Patrizia Beretta, Marco Libardi, Kalina Muhova, Paolo Francesco Lo Galbo, Ettore Dicorato.

Alle 18:30 l’inaugurazione della mostra di Chris Ware Il palazzo della memoria presso la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna (via delle Donzelle, 2), alla presenza dell’autore.

La giornata del 25 è dedicata inoltre alle contaminazioni fra il linguaggio del fumetto e altre forme espressive. Allo Spazio Labò (Strada Maggiore, 29) l’inaugurazione della mostra Le città hanno gli occhi, del collettivo Lelemarcojanni (fino al 16 dicembre): un’installazione visiva incentrata sul rapporto tra Bologna e il fumetto. Storie di incontri, di esperimenti e di riviste che nel corso degli anni hanno reso la città un riferimento per molti autori del panorama nazionale e internazionale. Alle 21:30 presso l’Atelier Sì (via San Vitale, 69) il fumetto incontra il teatro nello spettacolo teatrale Scarabocchi di Teatro Rebis e Maicol&Mirco.

Per il programma completo degli appuntamenti il link bilbolbul.net

Dal 24 al 27 novembre, Bologna, info: info@bilbolbul.net, 051 233401

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here