Edizione numero tre per la rassegna In-Studio a cura di Calligraphie – (con)temporary art&books dedicata alle ricerche più innovative nell’arte contemporanea. Una formula che si rinnova e assume quest’anno la fisionomia di un vero e proprio festival itinerante tra gli studi di sei artisti che generosamente aprono la porta dei loro atelier a curiosi e appassionati, tra novembre 2016 e aprile 2017 . Come precisano i curatori, InStudio ha per obiettivo l’indagine di tutti quei particolari che non si manifestano apertamente in un’opera, ma che restano celati al suo interno: la ricerca, la disciplina quotidiana, i “silenzi” dell’atto creativo, quando l’immagine ha difficoltà a precisarsi agli occhi di chi ne è l’artefice; e insieme le sue definizioni: gli strumenti, il rapporto con la materia, le collezioni e l’immaginario di cui si circonda ciascun artista. InStudio ha preso il via domenica scorsa con una visita nello studio di Francesco Bocchini, a Sant’Angelo di Gatteo, in dialogo con la curatrice Roberta Bertozzi in un progetto dal titolo “La leggera officina del tragico”. Il prossimo appuntamento sarà dedicato al kitsch e avrà come protagonista Andrea Salvatori che il prossimo 18 dicembre aprirà il suo studio a Solarolo. (leonardo regano)

Info: www.cristallino.org

unnamed

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here