i-quattro-moschettieri-in-america-i-sacchi-di-sabbia-a-1

,

«Decisamente piacevole e scapigliato è il filo che i pisani Sacchi di Sabbia svolgono attorno alla favola dei Quattro moschettieri, che sbarcati in America finiscono nel tritacarne hollywoodiano degli anni Trenta. Ammaliati e delusi perdono il senno come Astolfo sulla luna: cercano di affittare un killer come faceva Kaurismaki con Jean Pierre Léaud e alla fine, rinsaviti, rimbalzano come cartoni animati da Billy Wilder a Jules Verne, fra gangster, pupe e sparatorie»: il noto critico teatrale Gabriele Rizza sintetizza, sulle pagine de «il manifesto» del luglio scorso, I 4 moschettieri in America, spettacolo per bambini e famiglie che sarà in scena al Centro Sociale di Poggio Torriana nell’ambito della rassegna di spettacoli Mentre Vivevo.

«I 4 moschettieri in America è ambientato nell’America degli Anni Trenta: qui, i famosi eroi di Dumas si ritrovano a inseguire – tra gangster, pupe e sparatorie –  il sogno di una nuova grandezza, che solo il cinema potrà soddisfare»: Giovanni Guerrieri, fondatore e anima della Compagnia I Sacchi di Sabbia, introduce questo radiodramma animato. «Restituire un radiodramma alla sua fruizione visiva, tracciare figure lasciando a chi guarda il lavoro di immaginare è il cuore di questa avventura dedicata ai piccoli spettatori. Complice della Compagnia il pittore Guido Bartoli, chiamato a illustrare il teatro giocattolo che costituirà il centro della scena».

.

i-quattro-moschettieri-in-america-i-sacchi-di-sabbia-assoc

.
I Sacchi di Sabbia nascono a Pisa nel 1995. Negli anni la Compagnia si è distinta sul piano nazionale ricevendo importanti riconoscimenti per la particolarità di una ricerca improntata nella reinvenzione di una scena popolare contemporanea: Premio Eti ‘Il debutto di Amleto’ 2000 e 2001, Premio Speciale Ubu 2008, Premio della Critica 2011.

In perenne oscillazione tra tradizione e ricerca, tra comico e tragico, il lavoro de I Sacchi di Sabbia ha finito per concretizzarsi in un linguaggio in bilico tra le arti (arti visive, danza, musica), nella ricerca di luoghi performativi inconsueti, e sempre con uno sguardo vivo e attento al territorio in cui l’evento spettacolare è posto.

A ogni appuntamento di Mentre Vivevo, progetto a cura di quotidiana.com e La Mulnela realizzato con il sostegno del Comune di Poggio Torriana e della Regione Emilia Romagna – Progetto Arti per il contemporaneo, arti per il territorio, seguirà un aperitivo con l’artista. Verranno inoltre estratti un libro e quattro ingressi omaggio per lo spettacolo successivo.

,

11 dicembre, ore 17.30 – Poggio Torriana (RN), Centro Sociale, Via Costa del  Macello 10 (traversa di Via Santarcangiolese all’altezza del civico 4603) – ingresso unico 5 € – info e prenotazioni 347 9353371, quotidiana@alice.it

,

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here