A cosa aspira l’acqua? Ce lo mostra Gregorio Botta, nella sua personale recentemente inaugurata alla Galleria Studio G7 di Ginevra Grigolo. L’artista napoletano recupera nel suo lavoro l’utilizzo di materiali poveri e naturali come la cera, il lino, il ferro e il cotone, e li mescola alla leggerezza e alla continua mutevolezza dell’acqua e della luce. Le sue opere ci affascinano con evocativi riverberi, contrasti di pieni e vuoti appena accennati nei passaggi tra luci e ombre, trasparenze che si stagliano contro le pareti della galleria. Lo spazio si trasforma e assume le sembianze di un luogo mistico, dominato da un’atmosfera di laica e di intensa sacralità.

(leonardo regano)

Fino all’8 aprile – Bologna, Galleria Studio G7, Via di Val D’Aposa, 4/A info: www.galleriastudiog7.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here