Un intervento di straordinario impatto visivo. Parliamo di quello fatto dall’artista belga Peter Buggenhuot a Bologna durante Arte Fiera, una grandissima opera unica di circa 10 metri di lunghezza per 6 di larghezza presentata all’interno del salone di rappresentanza di Palazzo de’ Toschi, nel cuore del centro storico bolognese. Una grande rovina, composta di materiali eterogenei come tubi di ferro, moquette, scarti industriali, calcinacci, pezzi di architettura che compongono una struttura, tra costruzione e decostruzione. Il titolo dell’opera, “La parabola del cieco” evidenzia il riferimento a Pietr Bruehel il Vecchio e l’omonimo lavoro conservato al Museo di Capodimonte. Le opere di Buggenhuot si fondono sul paradosso dell’essere oggetti che sembrano sorti dal caso, ricolmi di povere che annientano l’intervento dell’artista. La polvere divine l’elemento preferito dallo scultore belga, elemento di congiunzione tra la progettualità e il caos. Fino al 19 febbraio.

 

(leonardo regano)

Bologna, Palazzo de’ Toschi, Piazza Minghetti 4

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here